Per Viviani Setti mette sul piatto 4 milioni di euro

Tachtsidis per 2,5 milioni no, Viviani a 4 si’. La Società del Verona dimostra di avere le idee chiare e sorprende gli addetti ai lavori con un acquisto inaspettato. Reinveste immediatamente la cifra incassata dalla vendita della seconda metà del cartellino di Jorginho e si assicura uno dei talenti più puri del panorama nazionale. Tra l’altro di Federico Viviani si può dire tutto tranne che non sia un uomo di carattere. A cose fatte rifiuta il trasferimento a Palermo ed accetta di sposare il Verona che nell’arco di un giorno mette a segno il colpo con la Roma. Il blitz nella nottata tra lunedì e martedì: Viviani manda all’aria la trattativa già definita con il club rosanero innescando rabbia e frustrazione del Presidente Zamparini (“Viviani è un quaquaraqua” n.d.r.) e firma con l’Hellas. Bigon non ci ha pensato su due volte e ha spiazzato la concorrenza. Classe ’92, nell’ultimo campionato stella indiscussa del Latina (8 gol in 31 gare), Federico brilla da regista davanti alla difesa, ruolo nel quale è riuscito ad imporsi nella Nazionale di Di Biagio. A lui ha pensato, tra l’altro, pure Cesare Prandelli, quando era C.T. degli azzurri: da sempre attento ai giovani virgulti, il tecnico bresciano lo convoco’ l’anno scorso per uno stage premio. Tra le doti riconosciute al ragazzo, capacità balistiche su calcio da fermo. Il Verona trova così il suo Tachtsidis e contemporaneamente allenta la pressione sul Genoa che adesso potrebbe abbassare le pretese sul costo del cartellino del greco: ora che la casella “regista” è stata riempita, Panagiotis non è più una priorità. In via Belgio succede tutto molto in fretta: la giostra accelera vertiginosamente e Viviani nel giro di uno schioccar di dita è un tesserato dell’Hellas Verona. Cinque anni di contratto (scadenza 2020) e la sensazione che stavolta abbiamo davvero pescato bene. Il nuovo corso gialloblù è iniziato con uno spettacolo pirotecnico: tutti a guardare con il naso all’insù mentre Bigon sorprende con una magia di celerità e chiude per il neo arrivato Federico Viviani. Tutto molto bello. Applausi.

Michele Coratto

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

LASCIA UN COMMENTO

*