Pizzul: “L’Udinese è meno forte dei suoi punti”

Parere di prestigio. Silenzio, si alza la voce di Bruno Pizzul. Telecronista per la Rai di cinque Mondiali fra il 1986 ed il 2002, adesso fine osservatore del calcio. Soprattutto oggi, naturale per un udinese doc come lui.
Pizzul, è crisi vera quella del Verona?
«I soli tre pareggi nelle ultime otto partite direbbero di sì, ma nell’ultimo periodo più che le prestazioni sono venuti a mancare i risultati. Di sicuro una classifica così però non era preventivabile all’inizio di stagione».
Giusto dare fiducia a Mandorlini?
«È inevitabile che in un calcio italiano ossessionato dalla sconfitta la posizione di Mandorlini all’apparenza non sia così sicura. Sogliano ha fatto bene a confermargli la stima della società».
Quanto è forte l’Udinese?
«Guardi, meno dei suoi punti. L’Udinese viene da una vittoria in casa dell’Inter dopo aver giocato però davvero un pessimo primo tempo. Finora non mi pare che l’Udinese abbia dato tutta questa dimostrazione di sicurezza e compattezza».
Chi vince?
«Ad Udine è considerata una partita molto importante, in caso di successo l’Udinese consoliderebbe ulteriormente la propria classifica».
Toni e Di Natale li vedrebbe insieme?
«Fino ad un certo punto. Sono due grandi attaccanti, ma Di Natale ama giocare il più possibile vicino alla porta e Toni anche”.

Fonte: L’Arena

LASCIA UN COMMENTO

*