Prestiti al rientro: trequartisti e attaccanti

Damiano Conati

Due categorie molto affollate, con il Verona che conta ben 7 giocatori in questi ruoli e un paio di loro potranno far comodo in questa annata di B.

Partendo dai trequartisti ci sono Zaccagni e Bearzotti, entrambi under e quindi senza problemi di spazio in rosa. 

Zaccagni è stato prestato a gennaio in una squadra di vertice di Lega Pro proprio per vivere lo spogliatoio di chi punta la promozione nella categoria superiore. Il suo Cittadella è infatti tornato in B e il buon Mattia è stato ottimo protagonista nella seconda parte di stagione. Tornerà per restare, almeno fino a metà agosto quando verranno fatte le dovute valutazioni.

L’altro trequartista è Bearzotti, esterno d’attacco prestato quest’anno al Padova. Ha giocato poco e male. Verrà nuovamente prestato per dargli l’ultima possibilità di poter giocare nel calcio dei grandi. 

Passiamo al reparto punte. Due torneranno a Verona per essere valutate in estate e poi decidere se faranno comodo o se cederle nuovamente. Se Torregrossa non rimarrà, stavolta non verrà prestato, bensì ceduto a titolo definitivo. Però ha raggiunto una maturazione anagrafica anche in cadetteria che potrebbe portarlo ad essere l’attaccante di riserva del Verona che verrà. Discorso diverso per Cappelluzzo: è un under che già conosce la B. Se resterà sarà per occupare il ruolo di terza punta. Altrimenti ripartirà in prestito, magari da una neopromossa. 

Poi ci sono Speziale e Ravasi. Destini comuni per i due. Entrambi classe 1994, sono usciti dalla categoria under e torneranno dai prestiti a Piacenza e Busto per finire fuori rosa in gialloblù in attesa di una sistemazione definitiva. 

Infine c’è Rambo Rabusic. Rientrerà dal deludente prestito allo Slovan Liberec, ha il contratto in scadenza e non rientra più nei piani del Verona: dovrá essere bravo Fusco a piazzarlo ancora una volta, magari a titolo definitivo.

LASCIA UN COMMENTO

*