Primavera: scopriamo la squadra (parte 2) – di Damiano Conati

Continua il nostro viaggio alla scoperta della Primavera gialloblù. Andiamo a conoscere il reparto arretrato.

Difensori

Su tutti spicca il nome di Davide Riccardi (96), il primo fuori quota del gruppo. Riccardi è arrivato nel gennaio scorso dall’Udinese, con cui era già stato in panchina più volte in Serie A. Ha fatto tutta la preparazione estiva con la prima squadra ed è sicuramente il talento del reparto arretrato scaligero. Accanto a lui si giocano il posto in tre: Matteo Miron (97), Niccolò Casale (98) e Francesco Contri (97), quest’ultimo appena rientrato da un’ottima annata in prestito in Eccellenza all’Ambrosiana. Spostiamoci sulle corsie laterali. Troviamo 5 nomi: due classe 98 quali Edoardo Pavan e Andrea Badan; due classe 97: Matteo Gilli (che può giocare anche sulla mediana) e Davide Grossi; un classe 1996, che sarà il secondo fuori quota, arrivato a titolo definitivo in gialloblù all’ultimo minuto del mercato, in uno scambio alla pari con il Genoa: Matteo Franchetti. Acquistare un fuori quota a titolo definitivo fa sicuramente dedurre che il buon Franchetti dovrebbe essere davvero forte e già quasi pronto per giocare una grande stagione quest’anno per poi andare in prestito tra i professionisti l’anno venturo.
(Continua 2/4)

CONDIVIDI
Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*