Roma vs H.Verona 3-0

La quarta giornata del campionato di serie A vede scendere in campo l’Hellas Verona contro la Roma all’Olimpico. 

Pecchia butta subito nella mischia il giovane Kean, titolare dal primo minuto a sorpresa insieme a Valoti, mentre capitan Pazzini siede ancora una volta in panchina. 

Ampio turnover per la squadra di Di Francesco che schiera da subito, tra l’altro, Pellegrini e il giovane attaccante turco Under. 

Il Verona sembra schierato con un 4-4-1-1, con Romulo e Bessa esterni alti e Valoti trequartista alle spalle di Kean. 

Buon avvio della Roma che, prima con El Shaarawy e poi con Pellegrini, vanno molto vicini alla rete del vantaggio. 

Al 18° minuto palo della Roma con Under, che con un calcio potente nell’area piccola prende in pieno il legno esterno. 

Al 22° gol del vantaggio dei giallorossi con Nainggolan: il belga è bravo a concludere una sorta di rigore in movimento a pochi passi da Nicolas, su preciso assist di El Shaarawy. 

Al 33° raddoppio della Roma: Florenzi si beve Valoti nei pressi del calcio d’angolo di destra ed è liberissimo di crossare in mezzo per Dzeko, che quasi indisturbato colpisce di testa e batte Nicolas. 

Al 46° ammonito Souprayen per una evidente trattenuta ai danni di Under. 

Un primo tempo dominato fin troppo facilmente dalla squadra di casa, con il Verona che tenta di farsi vedere con qualche guizzo in contropiede, ma senza rendersi mai pericoloso e con una difesa che sembra in perenne affanno. 

Finora le lacune manifestate domenica scorsa con la Fiorentina si sono riviste tutte. 

Secondo tempo che inizia con le stesse formazioni di inizio gara. 

All’8° ammonito Valoti per un fallo su Under nella trequarti della Roma. 

Al 13° primo cambio per i gialloblu: esce un deludente Buchel per Daniele Verde. 

Al 16° tris della Roma: Dzeko fa doppietta, mettendo facilmente in porta un cross rasoterra dalla sinistra di Kolarov. 

L’Hellas sembra ancora una volta rassegnato, incapace di reagire e con un atteggiamento incomprensibilmente difensivo, nonostante lo svantaggio. 

Al 19° secondo cambio per Pecchia: esce un Kean troppo solo e quasi mai servito ed entra Pazzini. 

Al 21° piove sul bagnato per il Verona: la squadra rimane in dieci per il secondo giallo comminato da Pairetto a Souprayen per un fallo a centrocampo ai danni di Pellegrini. 

Ora la porta del Verona sembra un tiro al bersaglio, con Dzeko ed El Sharaawy molto pericolosi. 

Al 28° gol annullato per fuorigioco a Pazzini, che aveva superato Alisson con un pregevole pallonetto. 

Al 29° terzo e ultimo cambio per l’Hellas: fuori Bruno Zuculini e dentro Fossati.

L’ingresso di Verde ha portato un po’ di vivacità nell’attacco gialloblú, ma è ancora troppo poco. 

Fischio finale che sa di liberazione per l’undici gialloblu: tutto troppo facile per la squadra giallorossa. 

L’impressione è che la squadra attualmente, facendo nostre le parole di Daniele Adani di SkySport, si dimostri inadeguata alla categoria. 

Numeri impietosi dopo quattro giornate di campionato: 1 punto, 1 gol fatto e 11 subiti. 

Formazioni ufficiali:

Hellas Verona: Nicolas – Caceres – Hertaux – Ferrari – Souprayen – Romulo – B. Zuculini (29° 2T Fossati) – Buchel (13° 2T Verde) – Valoti – Bessa – Kean (19° 2T Pazzini). Allenatore: Pecchia

Roma: Alisson – Florenzi – Manolas (35° 2T Hector Moreno) – Juan Jesus – Kolarov – Nainggolan (29° 2T Schick) – De Rossi – Pellegrini – Under (29° 2T Gerson) – Dzeko – El Shaarawy. Allenatore: Di Francesco.

Arbitro: Luca Pairetto.

Riccardo Pinamonte 

CONDIVIDI
Federico Messini
Federico Messini nasce a Villafranca di Verona il 15/05/1990. Studente in lettere moderne presso l'Università degli studi di Trento. Scrittore e cantautore ha all'attivo due pubblicazioni : "Il gioco degli spiccioli" uscito nel 2013 e "Il doppiatore" uscito nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

*