Sacchetti: “Saviola? Non lo avrei preso”

Gigi Sacchetti, storico centrocampista dell’Hellas dello scudetto, ha parlato ai taccuini di Tuttomercatoweb di Saviola. Ecco l’intervista:

Sacchetti, quali sono le sue impressioni su Saviola?

“Sinceramente non lo avrei preso. Non è un giocatore che si sacrifica, nè che può far fare un salto di qualità. Mi spiego meglio: a volte potrà anche regalare grandi prestazioni, ma in altre occasioni il rischio è che non incida per niente”.

Arriva a Verona troppo tardi?

“Non credo, anche perchè gioca in un ruolo in cui non è richiesto un gran sacrificio dal punto di vista fisico. L’importante è che riesca ad aiutare Toni nel reparto offensivo. Ma occorrerà vedere se e come si inserirà nel gioco di Mandorlini”.

Per il Verona è comunque un ‘nome’ importante?

“Certo, ed oltretutto nella squadra c’è bisogno di fantasia. Ma anche se a Verona potrà far bene, per me è un giocatore che è sempre rimasto… a metà strada, non ha mai fatto il definitivo salto”.

Secondo lei come verrà utilizzato?

“Finora Mandorlini ha giocato con due esterni larghi e con Toni. Con Saviola dovrà probabilmente passare ad un 4-4-1-1”.

Da Iturbe a Saviola il cambio è notevole?

“Sono due giocatori estremamente diversi: al nuovo acquisto del Verona piace avere la palla sui piedi e inventare, Iturbe ama andare sulle fasce e sfruttare gli spazi”.

LASCIA UN COMMENTO

*