E se fosse Ferrari la terza punta della prossima stagione?

In questa stagione, il problema non si è quasi mai posto, complice lo straordinario stato di salute (capito Prandelli!) di Luca Toni. Ma quelle poche volte che il centravanti di Pavullo nel Frignano ha dato “forfait”, il Verona ha palesato un certo imbarazzo nello scegliere l’alternativa. Detto che Cacia non rappresenta il tipo di punta che piace a Mandorlini e verificato che Rabusic forse è ancora acerbo per il campionato italiano, il compito di Sogliano sarà quello di trovare un altro ariete, forte fisicamente, che sappia far salire la squadra e segnare con una certa frequenza. A riguardo, (se non come seconda scelta siamo sicuri che accetterebbe anche il ruolo di terza punta), potrebbe tornar ancora utile Nicola Ferrari, l’anno scorso scaricato troppo presto in serie B allo Spezia: cavallo di ritorno (è in prestito), Nick potrebbe fare molto comodo alle esigenze del Verona. A costo zero. Caratteristiche simili a quelle di Toni, è maestro nel far respirare la squadra, alzandola costantemente; l’unica pecca, se così possiamo chiamarla, è che vede meno la porta rispetto a Luca, particolare non trascurabile ma che per il gioco di Mandorlini potrebbe passare in secondo piano. Di più: Nicola conosce a meraviglia l’ambiente, non farebbe mai polemica per la panchina e si intenderebbe ad occhi chiusi con mister Mandorlini, l’allenatore che l’ha rigenerato ai tempi della C. Di conseguenza si tratta di un’intelligente consiglio per gli acquisti. Il monito è chiaro: non scartiamo a priori calciatori che hanno dato tutto per la maglia e che si farebbero ancora in quattro per la causa gialloblu’. Rivalutiamo l’usato sicuro: Nicola potrebbe davvero far comodo all’Hellas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*