Simeone, i nodi sono due: ambizioni e la Fiorentina

Simeone è in uscita da Firenze. Juric stravede per lui e sicuramente più di un messaggio glielo avrà mandato. Il Verona è alla disperata ricerca di una punta centrale.

Tutti questi indizi porterebbero ad una facile risoluzione del caso Simeone, con il possibile passaggio dell’argentino in gialloblù. Però ci sono tanti intoppi che bloccano la trattativa . Ma non stiamo sicuramente parlando dell’ingaggio, perché Simeone percepisce 1,1 milioni di euro a stagione, meno di Pazzini, meno di Balotelli e non lontano dai vari bomber svincolati di cui si è parlato nelle ultime ore. Il Verona riuscirebbe a pagare questa cifra tranquillamente, ma tutto dipende dall’accordo che riuscirà a concludere con la Fiorentina. Infatti i viola acquistarono il ragazzo per 17 milioni e oggi non lo cedono a meno di 12. Il Verona sarebbe disposto a prenderlo in prestito semigratuito con un diritto di riscatto vicino a questa cifra, sapendo benissimo che se Simeone farà una stagione super in gialloblù, potrà riscattarlo e rivenderlo ad una cifra superiore, se invece farà una stagione negativa l’Hellas avrà perso solo il costo del suo stipendio. Dall’altro lato c’è la Fiorentina che lo cederebbe con la stessa formula ma vorrebbe un prestito oneroso di uno o due milioni di euro, con un riscatto a fine stagione. A queste condizioni il Verona non ci sta. Però le parti stanno dialogando.

Altro punto su cui discutere riguarda proprio il giocatore. Vuole giocare e a Firenze sa che non c’è più posto per lui. Sa che Juric lo stima e con il quale partirebbe sempre titolare e questa cosa gioca più di un punto a favore, però Simeone vorrebbe una squadra dal profilo più importante, una che lotta per una classifica medio-alta e in questo momento lottare per non retrocedere non lo stimola particolarmente. Però se si riuscissero di incastrare tutte le parti e negli ultimi giorni di mercato il giocatore non vedesse altri spiragli, accetterebbe volentieri Verona per rilanciarsi.

La cosa certa è che non stiamo parlando di fantacalcio, ma potrebbe diventare tutto realtà in quest’ultima settimana di mercato.

Damiano Conati

LASCIA UN COMMENTO

*