Sogliano e la centrifuga del mercato

Un acquisto (Greco) per una cessione (Gonzalez). Il Verona 2.0 del girone di ritorno (e spiccioli di quello d’andata), nascerà solo dopo aver venduto chi non fa più parte dei piani del club di via Belgio. I nuovi innesti dovranno essere inevitabilmente accompagnati dalle uscite. Così, dopo la partenza dell’ex Penarol, ci si aspettano novità sulle posizioni di Luna, Brivio, Marques e forse Rafael e Tachtsidis. Fernandinho, De Ceglie, Doria e l’ultima idea Giovinco – confermata dalle (mezze) dichiarazioni alla nostra Redazione dell’agente D’Amico -, restano al momento in sala d’aspetto. Ma bisogna fare presto: il mercato è composto da molti “carpe diem” e da altrettanti rimorsi: “è imprevedibile”, ci ha dichiarato oggi D’Amico. Che tradotto significa che possono concretizzarsi affari diametralmente opposti rispetto a quelli che si erano pianificati. Ma Sogliano questo lo sa e non si farà trovare impreparato per confermare le aspettative dei tifosi dell’Hellas Verona.

Michele Coratto

CONDIVIDI
Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*