Tesser: “Hellas, attenzione in mediana”

Un enigma l’Empoli. Parola di Attilio Tesser, ora tecnico alla Ternana che spesso ha incrociato negli ultimi anni una delle sorprese più liete della Serie A.
Sorpreso dall’Empoli?
«Saranno sorpresi gli altri, il sottoscritto proprio no ma neanche per chi ha avuto modo di affrontarlo credo. È una squadra super organizzata, sempre con lo stesso modulo ma soprattutto figlia della gavetta della Serie B».
La difficoltà più grande del Verona quale sarà?
«Nella ragnatela in mezzo al campo e di conseguenza nella grande intensità nella mediana. L’Empoli gioca volentieri il pallone ma in fondo attacca solo con le due punte e il trequartista».
Allenatore troppo sottovalutato Sarri?
«Ognuno ha il suo percorso. Lui l’ha avuto ad Empoli, io a Novara. La differenza l’ha fatta la dirigenza dell’Empoli quando non l’ha cambiato nemmeno quand’era in zona retrocessione in Serie B. Lui ad Empoli così come Mandorlini a Verona».
Quanto perderebbe il Verona senza Toni?
«Uno come lui merita tanti complimenti, viene da due anni fantastici. Al Verona mancherebbe molto, ma rsono la squadra e la mentalità a determinare i risultati. Più del singolo, anche se si chiama Toni».
Rischia il Verona?
«Bisogna stare attenti, ma la squadra è competitiva, Mandorlini e bravo e la società seria. Di garanzie ce ne sono tante»

 

Fonte: L’Arena

LASCIA UN COMMENTO

*