Toni e le proverbiali sette camicie

Si è fatta dura la vita per l’eterno bomber gialloblù. Dopo cinque giornate il centravanti emiliano e’ riuscito a fare centro una sola volta, su calcio di rigore. Uno “score” poco entusiasmante per l’ex Campione del Mondo che, a detta del Presidente Setti, pare essere troppo solo la’ davanti. Non si discute infatti l’impegno e l’esperienza messa a disposizione della squadra. Quello che fa riflettere non sono nemmeno le polveri bagnate. Probabilmente Luca ha bisogno di una spalla che lo metta nelle condizioni di finalizzare il lavoro dei compagni. Rispetto alla passata stagione, Iturbe e Marquinho non ci sono più con la conseguenza che le occasioni a sua disposizione sono diminuite. Forse, l’alternativa tattica che potrebbe dargli nuova linfa, e’ il tandem con Saviola o Nene’: due giocatori che sanno giostrarsi da seconda punta e che trarrebbero beneficio dal duettare con lui. Mandorlini sta pensando a come fare. Due giorni fa, in sala “Lucchi”, il mister ha dichiarato che cerca soluzioni per far rendere al meglio Saviola. E, aggiungiamo noi, per far rifiorire la prolificità del Luca Nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

*