Un Verona stanco supera Lo Spezia e guadagna altri 3 punti

La 5^ giornata del campionato di serie B vede scendere in campo nel turno infrasettimanale l’Hellas Verona contro lo Spezia Calcio.

Buona serie positiva per i ragazzi di Fabio Grosso che dopo i tre punti a tavolino hanno conseguiti a Cosenza hanno inanellato due importanti vittorie contro Carpi e Crotone. Soprattutto l’ultimo match ha dato molte speranze ai tifosi, con un Verona in forma che ben ha figurato contro una diretta concorrente per la corsa al ritorno in Serie A.

Questa sera sfida interessante contro una squadra che ha collezionato 6 punti, e che negli ultimi anni a sempre concluso la regular season nelle posizioni medio alte delle classifica. Tra le novità di formazione Grosso ha reintrodotto nell’undici titolare il capitano Giampaolo Pazzini con Tupta che invece si accomoda in panchina, e Gustafson al posto di Dawidowicz a centrocampo, a fare reparto insieme ai colleghi Henderson e Colombatto.

Inizia la contesa e gli spezzini si dimostrano da subito molto combattivi: bel pressing alto suo portare di palla e velocità sia in fase di costruzione che in difesa. I locali paiono un po’ troppo addormentati con difficoltà a creare azioni pericolose. Qualche errore di troppo a centrocampo da parte di Gustafson un po’ troppo distratto e superficiale. Timidamente i gialloblù provano a guadagnare spazio ma è difficile perché gli avversari difendono con 11 uomini nella propria metà campo.

Al 35 ghiottissima occasione per Okereke ben servito con palla filtrante all’interno dell’area, ma il tiro finisce di poco fuori dallo specchio della porta difesa di Silvestri. Ma 3 minuti più tardi il Verona si addormenta: riparte bene Okereke, uscita sbagliata pdi Marrone palla dentro per Gyasi che la tocca per Bidaoui che a tu per tu con Silvestri insacca la rete dello 0 a 1.

Passa pochissimo e gli scaligeri pareggiano subito: tiro potente da appena dentro l’area di Pazzini, il portiere Manfredini la respinge malissimo e diventa facilissimo per Matos infilare in rete la biglia.

Sull’1 a 1 si chiude la prima frazione di gara.

Il secondo sembra seguire lo stesso copione dei primi quarantacinque, l’impressione ora è che tra i nostri regni un po’ troppa stanchezza.

Al 14esimo arriva il primo cambio per l’Hellas: fuori Gustafson al suo posto entra Zaccagni. Sei minuti più tardi entra Tupta esce Pazzini.

L’Hellas fatica a trovare spazi, gli ospiti si chiudono bene e i minuti scorrono. L’impressione è che forse non convenga rischiare molto accontentandosi di un pareggio.

Ma al 32 il risultato cambia: bella discesa di Crescenzi palla per Matos che galoppa sulla fascia destra, palla al centro per Zaccagni che insacca la rete del 2 a 1. Ora gli ospiti attaccano e Silvestri compie un miracolo su un bel tiro di Mora. Manca ancora tantissimo e Grosso inserisce Calvano al posto di Henderson.

Fortunatamente non c’è nulla da segnalare fino al triplice fischio finale.

Non una bella partita per il Verona che però ha dimostrato molta intelligenza, riuscendo a gestire un match delicato e non facile. 3 punti importanti in un turno infrasettimanale sempre molto delicato in cui la stanchezza rischia di farla da padrone.

Formazioni ufficiali:

Hellas Verona: Silvestri – Caracciolo – Henderson (38 2t Calvano) – Marrone – Matos – Gustafson (14 2t Zaccagni) – Pazzini (20 2t Tupta) – Colombatto – Balkovec – Crescenzi – Laribi. Allenatore: Fabio Grosso

Spezia Calcio: Manfredini – Crivello – Giani – Mora – Pierini (22 Bidaoui) – Gyasi (36 2t Galabinov) – Crimi – Terzi – Okereke – De Col – Maggiore (31 2t Ricci). Allenatore: Pasquale Marino

Direttore di gara: Marini

Assistenti: Bresmes – Cipressa

IV uomo: Moriconi

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*