Verona vs Perugia: Pagelle

Nicolas 6. Incolpevole sui gol, per il resto è stato chiamato a poco più che ordinaria amministrazione. Attento e ordinato.

Pisano 6,5. Prestazione positiva al rientro, impreziosita da una diagonale decisiva in difesa negli ultimi minuti ad evitare – o meglio a rimandare – il gol. Manca un po’ di brillantezza, ma ha messo in campo molta sostanza oltre alla solita generosità nel proporsi sui calci piazzati.

Souprayen 5. Pesa sul terzino francesce l’errore decisivo sul gol del pareggio perugino. Come il resto della squadra poco lucido e molto arruffone in entrambe le fasi.

Caracciolo 6. Prestazione attenta e puntuale. Meno propositivo di altre occasioni

Bianchetti 7. Migliore prestazione dell’anno per l’ex capitano dell’under 21; tra i gialloblù sembra uno dei pochi in ottima condizione, puntuale e rapido come poche altre volte non concede nulla agli avanti perugini.

Fossati 6. Il cardine del gioco gialloblu bada molto più al contenimento e all’ordine davanti alla difesa che alla fase di costruzione del gioco. Non va oltre un gioco elementare e la manovra ne risente.

Bessa 6. Parte molto bene ed entra in maniera decisiva nell’ottimo inizio di partita gialloblu, in particolare con l’inserimento e l’assist perfetto per Luppi. Alla distanza cala molto fisicamente e torna il giocatore troppo leggero degli ultimi tempi.

Fares 6. Inserito per ridare dinamismo al centrocampo è generoso e impreciso come suo solito.

Romulo 6,5. Volenteroso e determinato, manca dello spunto delle giornate migliori, ma è uno degli ultimi ad abbassare la guardia e continua a recuperare palloni fino agli ultimi minuti.

Valoti 5,5. Il limite di questo giovane trequartista è quello di viaggiare sempre al traino dei compagni. Se la squadra si alza e porta pressione, il suo contributo è determinante. Ma quando è il momento di soffrire, va in crisi. Preferito giustamente a Siligardi per le qualità atletiche di gran lunga superiori, incide troppo poco.

Siligardi s.v. Non incide in alcun modo. Cambio forse sprecato.

Pazzini 7. Il solito leone, il solito condottiero, fa a sportellate con l’esperto Volta per tutta la partita e al primo e unico errore della difesa avversaria castiga il portiere perugino. Sempre molto attento anche a dettare i tempi della pressione e scalare quando un compagno resta più alto.

Luppi 6,5. Prestazione molto generosa e tecnicamente brillante. Il migliore per tutto il primo tempo, manca proprio in extremis la chiusura su Nicastro, per altro molto bravo in occasione del gol. Cala fisicamente alla distanza.

Zaccagni 6,5. Prestazione positiva, dà una boccata d’ossigeno ad un centrocampo in apnea e prova a costruire gioco quando i compagni non ne hanno più.

1 COMMENTO

  1. non sono d’accordo con queste pagelle. Nei primii 45 minuti il migliore è stato Luppi.
    Ieri Suprayen meglio di Pisano e Valoti e Fossati meglio di Bessa, mentre Nicolas non ha fatto errori ma non è completamente affidabile. Prima o poi un rinvio se lo liscia in porta.
    Stendiamo un pietoso velo sul voto 7 dato a Matteo Bianchetti

LASCIA UN COMMENTO

*