Verre: “Primo gol in A indimenticabile, ce la siamo giocata alla grande: avanti così”

Queste le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Valerio Verre, rilasciate al termine di Inter-Hellas Verona:

Primo gol in Serie A? Sì, difficile da dimenticare: peccato però perchè con la vittoria sarebbe stato tutto perfetto.

Duello con Handanovic? Difficile presentarsi di fronte a lui perchè è un pararigori, ma sentivo che calciando centrale avrei segnato.

Io rigorista? Non c’è una gerarchia, chi se la sente va a calciare. Nell’occasione se la sentivano anche altri compagni, ma ero sicuro di segnare.

Nel secondo tempo abbiamo faticato? Sì, non riuscivamo a ripartire, poi l’Inter avendo grandi campioni ha trovato l’eurogol di Barella.

Se ce la siamo giocata? Sì, abbiamo avuto diverse occasioni in contropiede: dovremo sfruttarne di più la prossima volta.

Consapevolezza del nostro valore? Disputiamo buone partite sia in caa che in trasferta: abbiamo raccolto meno punti rispetto a quanto sin qui dimostrato. Questa però è la strada giusta: continuiamo così.

Cosa mi sta trasmettendo Juric? E’ un mister esigente, con lui sono cresciuto a livello fisico e gioco con la testa libera. E’ molto importante per me.

Se pensavo che l’Hellas potesse avere 15 punti a novembre? Ero convinto potessimo fare bene, volevo venire a Verona, ma sapevo anche che sarebbe stata dura. Ma stiamo lottando alla grande. Fonte: hellasverona.it

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*