Verso la Spal. Scontro tra umori e portafogli differenti

Sarà esodo ferrarese al Bentegodi con una Curva Nord piena in ogni ordine di posto. Se sarà una bella domenica di sole, si prospetta invece un esodo veronese al Lago, dove può arrivare qualche gioia in più rispetto alle deludenti prestazioni di quest’anno.

Verona-Spal è una sfida salvezza molto delicata, soprattutto per i ferraresi che si giocano la stagione al Bentegodi. E forse non solo quella, viste tutte le spese folli fatte quest’anno, come un contratto imbarazzante per Borriello o l’acquisto molto oneroso di Kurtic a gennaio. La Spal non avrà il super paracadute e retrocedere, dopo tutti gli investimenti di questa stagione, potrebbe risultare un piccolo dramma economico. Comunque, nonostante una società che ha investito molto più di Setti, si ritrova terzultima, a +4 sul Verona con lo scontro diretto al Bentegodi. Senza contare che Semplici non ha lanciato nessun giovane di proprietà di prospettiva e che la media età della squadra non è propriamente bassa.

Se la stagione gialloblù può dirsi disastrosa, ad oggi quella spallina non è molto diversa.

Verona-Spal, sfida tra deluse e il Bentegodi non sorride.

D.Con.

1 COMMENTO

  1. In effetti Lazzari, Vicari e Gomis sono nessuno vero? Con la vendita di quei 3 la Spal si compra anche l’Arena…

LASCIA UN COMMENTO

*