Vighini Show: il vero razzista è Auriemma

“Arrivi in certi posti e ti scatta potente il desiderio di vincere senza guardare la classifica, senza guardare a che velocità viaggia chi ti precede. Vuoi vincere e basta. Perchè il moto d’orgoglio è più forte della tolleranza verso chi si crogiola nella propria inciviltà. Senza sapere che certe espressioni non ti accasciano, anzi ti rendono più forte, ti fanno pensare “meno male che sono così” e che oggi sono qui… Noi ci siamo…E’ arrivato anche il presidente De Laurentis, per incoraggiare la squadra a tenere il passo di quelle che vogliono la Champions con il secondo, oppure con il terzo posto… Noi ci siamo… Per affermare la nostra superiorità sportiva e pure umana verso chi è sotto di noi in classifica e pure nella vita”.

Il lungo incipit che avete letto, lo ha pronunciato Raffaele Auriemma, telecronista Mediaset, in apertura della telecronaca di domenica scorsa Verona-Napoli. Parole offensive e razziste nei confronti dei veronesi, dense dei soliti stereotipi.

Le domande che scaturiscono sono semplici: ma se queste frasi le avesse dette un giornalista veronese, in un canale nazionale come Mediaset, cosa sarebbe successo, che putiferio si sarebbe scatenato, quali reazioni ci sarebbero state a Napoli e in tutta Italia, quali accuse sarebbero cadute sui veronesi e sulla città?

Di questo grave episodio passato sotto silenzio se ne parlerà stasera al Vighini Show, in onda dalle 21.15 su Telenuovo, in diretta dall’Hellas Kitchen.

Ma non solo: tra gli argomenti della puntata anche l’ottimo lavoro svolto dal Verona con i giovani dopo le due finali raggiunte dai ragazzi gialloblù nei due tornei giovanili più prestigiosi: il Viareggio e il Torneo di Arco. In studio saranno presenti Massimo Pavanel, allenatore della Primavera e Andrea Vitali, tecnico degli Allievi.

Non è tutto: argomento della settimana l’exploit di Luca Toni e la possibilità che il prossimo anno il bomber del Verona appenda le scarpette al chiodo. Ne parleranno anche Giampiero Timossi, giornalista del Secolo XIX e Alessandro Bonan, conduttore di Sky.

Con Gianluca Vighini ci saranno anche Domenico Penzo, Matteo Fontana, Francesco Barana, Benny Calasanzio, Marco Gaburro e Michele Coratto.

Nello studio centrale Giovanni Vitacchio leggerà i vostri interventi via sms.

E come sempre Claudia Magnabosco presenterà altre tre ragazze in corsa per il titolo di Miss Gialloblù.

Fonte: tggialloblù

CONDIVIDI
Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*