La vigilia del giorno più funesto

Foto: Giovanni Martinelli

L’abbraccio più dolce. L’affetto della tifoseria. Oggi è la vigilia del giorno più nero: quello che un anno fa ci ha strappato il Presidente Martinelli. Un uomo vero. Un imprenditore di alto profilo che prese sottobraccio il malandato Hellas sprofondato in Lega Pro accompagnandolo fino alla massima categoria. La sua fede era immensa. Dodici mesi fa trovò pace e si spense serenamente abbandonandosi al paradiso gialloblu’. Dopo aver goduto delle vittorie su Milan e Sassuolo. Dopo aver visto la sua creatura spiccare il volo e affermarsi al cospetto di grandi campioni. L’afflizione e il rammarico per la sua scomparsa si trasforma così in una veglia di dolci ricordi: quell’uomo, apparentemente fragile perché debilitato dalla malattia, aveva una gran forza d’animo. Ci piace pensare che da lassù abbia spiritualmente trasferito alla squadra il suo carattere, la voglia di non mollare e di crederci sempre. Ciao Giovanni, resterai per sempre nei nostri cuori.

LASCIA UN COMMENTO

*