Winck, Gilberto, Samir e i nuovi fenomeni brasiliani

di Damiano Conati

Tra pochi giorni terminerà il campionato italiano e sarà già ora di lasciare spazio al calciomercato. Sarà un mercato nuovo quello dell’Hellas che non può acquistare extracomunitari dall’estero e dovrà sottostare a molte regole, sia come numero di giocatori in rosa che come tetto massimo di salario. 
Nonostante queste restrizioni per i gialloblù, abbiamo voluto conoscere i nuovi talenti che il calcio brasiliano propone. Sono tutti molto giovani e quindi potrebbero approdare in Europa anche tra qualche anno, magari in un Verona di nuovo in A.

Ecco in esclusiva l’intervista al nostro esperto di mercato brasiliano, Pedro Gomes Viana, allenatore di S.Luis do Maranhão e profondo conoscitore di calcio verdeoro.

“Il Brasile continua a sfornare giocatori di grande tecnica, ma bisogna capire se poi sono in grado di sopportare le pressioni del grande club o addirittura di un campionato europeo. Non è da tutti”.

È il caso di Winck…

“Solo in parte. Già l’anno scorso lui non giocava molto in Brasile, soprattutto per colpa degli infortuni. Era un buon prospetto ma si sapeva che avrebbe fatto fatica in Italia. Mi stupisce molto di più Samir”.

Che dire di lui e Gilberto? A Verona non hanno trovato molto spazio…

“Hanno pagato entrambi il fatto di essere prestiti secchi e la società ha preferito vedere in campo giocatori di proprietà. Samir era una forza della natura al Flamengo e sono tuttora convinto che avrà di fronte una grande carriera. Gilberto, come vi avevo già detto in passato, è tatticamente difficile da gestire. Si dice terzino ma non sa difendere e trovare spazio in Serie A non è facile per uno così”.

Resteranno a Verona? 

“Samir sicuramente no. Secondo me tornerà a Udine per restarci. Gilberto farà ritorno a Firenze e i viola lo gireranno ancora in prestito. Più facile ad una neopromossa o addirittura in Serie B, ma non credo di nuovo a Verona”.

Parliamo dei nuovi talenti brasiliani che emergono… ci fai cinque nomi che sentiremo presto in Europa? 

“Sembra una domanda difficile, ma non lo è. Ripeto, dovranno superare molte prove, ma i cinque nomi che vi faccio sono già sulla buona strada. Parto con il mio preferito: Gabriel Jesus, del Palmeiras. È un classe 1997, ed è un centravanti dotato di grande tecnica di base. Assomiglia a Neymar e l’anno scorso ha vinto la medaglia d’argento con la Seleção ai mondiali Under 20.

Poi c’è Lincoln, del ’98, considerato qui in Brasile una delle più grandi promesse del nostro calcio. Il “Diamante Negro”, questo il suo soprannome, è un trequartista e ha esordito nel Gremio in Serie A a soli 16 anni. Qui si dice che Mourinho voglia portarlo con sé nella nuova avventura al Manchester United.

Il terzo nome è quello del 18enne Thiago Maia: gioca davanti alla difesa e ha già carisma e personalità da vendere. Lo ha scoperto il Santos, squadra famosa per il suo vivaio molto florido (da Pelè a Robinho, fino all’ultimo gioiello di casa, Neymar). 

Resto in casa Santos, per parlarvi del terzino sinistro Caju, classe 1995. Grande spinta, un mancino vellutato e finalmente per un laterale brasiliano, anche buone capacità difensive. 

Infine Leandrinho. Ha 17 anni e non gioca in una big, bensì nel piccolo Ponte Preta. Può giocare indifferentemente a destra, a sinistra e come trequartista dietro le punte. Anche qui la tecnica non manca, ma il suo problema principale è l’agente che lo segue. In autunno gli aveva fatto firmare un accordo con l’Udinese che poi ha fatto sciogliere perché sono arrivate offerte più importanti. Rischia una squalifica, ma intanto gustiamoci il suo talento”. 

Nel prossimo fine settimana inizierà il campionato brasiliano. Pronostici?

“Come favorite ci sono i campioni in carica del Corinthians e l’Atlético Mineiro. Come sorprese vedo Palmeiras e Gremio. Per la retrocessione ci sono sette squadre pericolanti, con il Botafogo principale candidata alla B visti i grossi problemi economici in cui versa la società. La Chapecoense del vostro amico Winck si è indebolita, ma secondo me si salva”.

Il miglior acquisto brasiliano dell’estate che arriva sarà…?

“Gerson, che la Roma ha acquistato l’anno scorso ma che porterà in giallorosso quest’anno. Un grande giocatore”.

LASCIA UN COMMENTO

*