Winck, inseguito da Sogliano ma preso da Bigon

In gennaio Claudio Winck era un pezzo pregiato del mercato brasiliano. Lo avevano seguito in tanti anche in Italia: Udinese, Torino, Napoli, Roma, Juve. Ma l’unica squadra che aveva presentato un’offerta ufficiale fu il Verona di Sogliano e a confermarlo all’epoca fu il direttore sportivo del club di Porto Alegre. I brasiliani rifiutarono, per fortuna del Verona, in quanto gli ultimi 6 mesi del laterale brasiliano sono stati caratterizzati per lo più da infortuni muscolari.
Bigon, all’epoca al Napoli, non si è dimenticato del giovane talento carioca e una volta a Verona ha chiuso l’affare. Prestito annuale con diritto di riscatto. Bigon arriva dove Sogliano non è riuscito: un segnale importante sulle capacità del nuovo diesse gialloblù.

 
Damiano Conati

LASCIA UN COMMENTO

*