Un campionato da… Serie B

L’arbitro decide che non si gioca Cosenza-Verona. I commissari della Lega, come affermato dai politici calabresi, avevano invece dato l’ok per giocare. Il giudice sportivo, che dovrebbe leggere il referto arbitrale, non si è espresso e aspetta il ricorso del Verona, che in tutto ciò non dovrebbe centrare nulla. Qualcuno ci ha capito qualcosa?

Ma c’è di più di una partita. Potrebbe infatti scoppiare un intero campionato. Lega di B e Figc hanno deciso di iniziare un campionato con 19 squadre. Ma Novara, Entella, Pro Vercelli, Ternana, Catania, Siena e adesso anche l’Avellino non ci stanno e hanno fatto tutte domanda di ripescaggio in B. Lasciamo per un attimo da parte il fatto che il Crotone abbia richiesto di essere riammesso alla Serie A, venerdì 7 settembre ci sarà la sentenza del Collegio di Garanzia del Coni che potrebbe dare ragione a tutte le escluse. E allora cosa accadrebbe? Una B gigantesca, le prime due giornate annullate, il caso Cosenza dimenticato, un nuovo calendario, magari anche la riapertura del calciomercato per permettere a chi avrebbe dovuto giocare in C di attrezzarsi per la B. Insomma una farsa.

Senza contare infine che in tv le partite su Dazn sembrano quelle che ci facevano vedere qualche anno fa dei campionati sudamericani: qualche pixel di troppo, qualche scatto d’immagine qua e là e comunque tutto un po’ più lento.

Passano gli anni, la tecnologia e l’organizzazione societaria corrono e con loro ordine e progresso. Ma il campionato cadetto sembra essere regredito e l’impressione è proprio quella che sia un torneo da Serie B.

Damiano Conati

LASCIA UN COMMENTO

*