Altra grandissima prestazione del Verona che batte, in rimonta, il Genoa 2 a 1

La 19^ giornata del Campionato di Serie A vede scendere in campo Hellas Verona contro Genoa.

Ultima gara di un girone d’andata in cui i gialloblù guidati da Ivan Juric hanno sorpreso tutti gli addetti ai lavori per gioco, concretezza e risultati conseguiti. Oggi al Bentegodi arriva un Genoa che occupa attualmente il penultimo posto in classifica e con l’aiuto di mister Davide Nicola dovrà provare a risalire la china.

Juric sorprende tutti schierando una formazione senza una vera e propria punta di ruolo, con il trio Pazzini, Di Carmine e Stepinski che si accomoda in panchina. In difesa spazio al terzetto ormai classico, con i due laterali Faraoni e Lazovic a supporto di un centrocampo in cui si rivede dopo la squalifica il talentuoso Amrabat.

Inizia la contesa che si dimostra da subito molto equilibrata, con le due compagini molto attente a non esporsi. La gara risulta così bloccata e a risentirne è lo spettacolo. Al 15esimo bellissimo rilancio a servire Lazovic che a grandi falcate raggiunge l’area di porta difesa da Perin che compie una grandissima parata. Dieci minuti più tardi Criscito stende al limite dell’area Zaccagni che si procura così un’ottima occasione: punizione pericolosa battuta da Veloso che però spara alto.

Il Verona cresce e al minuto 27 Mattia Perin compie un miracolo su un potente tiro di Pessina che da due passi ha provato la sforbiciata. Al 40 esimo il Genoa passa in vantaggio: traversone di Barreca in area a servire Sanabria che, con l’esterno del piede, insacca la palla alle spalle di Silvestri. Gli scaligeri chiudono immeritatamente in svantaggio i primi 45 minuti.

Inizia la seconda frazione di gara e il Verona deve per forza di cose esporsi per provare a pareggiare. Al minuto 8 l’arbitro concede il calcio di rigore per fallo ai danni Zaccagni. Si incarica della battuta Verre che insacca in reteeeee!

Il Verona ora è carico più che mai e le possibilità di rendersi pericoloso si moltiplicano. Il gol è maturo e al minuto 19 bellissima incursione di Rrahmani che tira, Perin respinge e Zaccagni si fa trovare pronto per il tap-in vincente. L’Hellas ora è in piena forma e continua ad attaccare e lo fa giocando un bellissimo calcio.

Arriva così il primo cambio di Juric: minuto 41 entra Pazzini al posto di Zaccagni.

Tocca poi a Badu che subentra ad Amrabat e a Dawidowicz che prende il posto di Verre.

Si chiude la contesa, il Verona mette ha referto un’altra grandissima partita, ma soprattutto conquista altri 3 punti d’oro portandosi a quota 25.

FORMAZIONI UFFICIALI

HELLAS VERONA: Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Amrabat (45 2t Badu), Veloso, Lazovic; Pessina, Zaccagni (41 2t Pazzini); Verre (47 2t Dawidowicz). Allenatore: Juric

GENOA: Perin; Biraschi, Romero, Criscito; Ankersen, Cassata, Schone (7 2t Behrami), Sturaro, Barreca; Pandev (14 2t Favilli), Sanabria (29 2t Agudelo). Allenatore: Nicola

Arbitro: Maurizio Mariani (Sez. AIA Aprilia)

Assistenti: Daniele Bindoni (Sez. AIA Venezia), Damiano Di Iorio (Sez. AIA Vco)

Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*