Attento Verona: il Cesena ha fermato le grandi

Dodici punti in nove gare e la voglia di non mollare: il biglietto da visita e’ firmato Di Carlo, uno che le battaglie e’ abituato a vincerle e che simbolicamente lancia un guanto di sfida al prossimo avversario del suo Cesena: l’Hellas. Ventun punti in classifica e il meno cinque dall’Atalanta non rappresentano un problema per chi, come il ciociaro, e’ abituato ai miracoli sportivi. Stia attento il Verona e non cali la concentrazione pensando di aver già vinto: i romagnoli sono stati capaci di fermare sul pari Inter, Palermo e Juve e hanno battuto Udinese, Parma e Lazio. I bianconeri non si sentono affatto spacciati e preparano le prossime dieci giornate come fossero finali. Il “gap” dai bergamaschi non è incolmabile e Di Carlo sa come fare per centrare la salvezza. Il tecnico romano e’ abituato ad allenare squadre in difficoltà e preparerà la gara del Bentegodi nei minimi dettagli. Un monito per l’Hellas che non deve correre il rischio di sottovalutare l’avversario. La posta in gioco e’ alta per entrambi e il Cesena è tutt’altro che rassegnato. Se a Roma, contro la Lazio, ci stava di perdere, contro i bianconeri non è concesso sbagliare e a livello nervoso questo può essere un handicap. Tuttavia con i tre punti l’Hellas chiuderebbe quasi completamente il capitolo salvezza e la programmazione della prossima stagione avrebbe inizio. E’ il momento di dare tutto: il futuro gialloblù e’ racchiuso nei prossimi 90′.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*