Che fine ha fatto? Tony Huston, il nuovo Thuram voluto da Sogliano

Forse a qualcuno verrà in mente l’attore, scrittore e sceneggiatore americano nato nel 1950, ma bensì stiamo parlando di un calciatore francese del 1993 che sembrava essere il nuovo Thuram. Nel 2010, quando era nelle giovanili del Le Mans, lo volevano tutte le grandi d’Europa ed era stato inserito anche nella lista dei migliori 100 calciatori del 93 al mondo. La spuntò la Juve un anno dopo, ma lui rifiutò: “Ero appena diventato papà – racconta ad un giornale belga – e avevo 18 anni. Volevo stare con mia figlia, la Vecchia Signora poteva aspettare”.
La Juventus non aspettò, come pure il calcio dei grandi. Il Le Mans lo lasciò andare dopo un anno negativo e l’unico a ricordarsi di lui fu Sogliano. Andato in ritiro con la prima squadra di Mandorlini, lentamente sparì. Fece male con la Primavera, anche peggio nel prestito alla Pro Vercelli.
Nel 2014 decise di andarsene e il perché fu lui stesso a spiegarlo alla solita rivista belga legata alla squadra Urlc: “In Italia è difficile per noi neri. Sono finito in due squadre, Verona e Pro Vercelli, dove ero l’unico nero nello spogliatoio e non è stato facile. Ho chiesto al Verona di rescindere un contratto di altri 3 anni per tornare in patria”.
Così se ne andò senza rimpianti. L’unica squadra che gli diede fiducia fu La Louviere Centre, team di serie C belga, ma anche lì giocò con il contagocce.
E così ecco arrivare l’avventura con il Daring Club Motema Pembe, una delle compagini più titolate del Congo. Almeno in Africa non si sentì l’unico giocatore di colore dello spogliatoio.
L’esperienza congolese durò un anno dopodiché decise di appendere le scarpette al chiodo. O almeno così si crede perché dal 2016 si sono perse le sue tracce. Qualche videogioco lo ha dato ancora nella squadra di Kinshasa fino al 2018, ma probabilmente ha davvero smesso di giocare. Peccato, il calcio europeo e Sogliano ci avevano scommesso, ma non è andata come si sperava.

Damiano Conati

Damiano Conati
Sono nato a Verona nel 1982, sono sposato e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*