Che fine ha fatto? Vanstrattan, eterno portiere di riserva

Classe 1982, il portierone australiano Jess Vanstrattan viene scoperto all’età di 17 anni da Roberto Bettega che lo porta in Italia alla Juve per parcheggiarlo al Verona. Due anni nel settore giovanile gialloblù, il prestito alla Carrarese e poi il passaggio definitivo all’Hellas nel 2004. Tre stagioni da vice Pegolo, 8 presenze, 17 gol subiti, un breve passaggio all’Ancona e poi di nuovo alla Juve con un piccolo giallo.
Nell’estate 2007 infatti rescinde il contratto con il Verona per trasferirsi in Serie A alla Juventus come terzo portiere dietro a Buffon e Belardi, ma il Verona non ci sta. Grazie ai suoi avvocati fa ricorso e dopo poche settimane dal passaggio in bianconero, la commissione tesseramenti della Federcalcio annulla la risoluzione del contratto e quindi anche il successivo contratto firmato con i bianconeri. Verona e Juve trovano lo stesso un accordo e alla fine Vanstrattan passa alla Juventus in prestito. Tanto rumore per nulla perché a fine anno il portiere chiede di tornare in Australia e va a chiudere la carriera con pochissime presenze in patria. Una carriera lunga ma sempre da secondo e terzo portiere, senza mai nessuna stagione da titolare.
A Verona per 5 stagioni verrà ricordato più per lo scandalo rescissione di contratto in tribunale che per l’apporto in campo.
Dal 2015 fa il preparatore dei portieri in Australia e oggi allena gli estremi difensori del Melbourne Victory.

Damiano Conati

Damiano Conati
Sono nato a Verona nel 1982, sono sposato e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*