Continua la vicenda Setti-Volpi, quest’ultimo chiede il fallimento del patron gialloblù

Continua la “battaglia” tra Gabriele Volpi e il presidente dell’Hellas Verona Maurizio Setti.

Volpi sostiene di vantare un credito pari a 18milioni di euro nei confronti di Setti, questa l’informativa riguardante il contenzioso:

“In data 10 dicembre 2019 è stata presentata dalla Società Santa Benessere & Social S.p.A. (società riconducibile a Gabriele Volpi quale beneficiario economico effettivo) presso il Tribunale di Bologna una istanza di fallimento nei confronti della Società HV7 SpA in liquidazione, riconducibile al Signor Maurizio Setti e precedentemente titolare delle azioni dell’Hellas Verona Football Club S.p.A.

L’ammontare del debito scaduto è pari a euro 5.125.000,00 è stato ottenuto ed eseguito il sequestro conservativo di tutti i beni di HV7 fino alla concorrenza della somma di euro 5.900.000.

Inoltre la Società H23 S.p.A. (già Falco Investments S.A., riconducibile a Maurizio Setti e precedentemente titolare delle azioni dell’Hellas Verona Football Club S.p.A.) é stata condannata dal Tribunale del Lussemburgo al pagamento della somma di Euro 6.300.000,00(oltre interessi maturati e maturandi), in forza dei bond a suo tempo sottoscritti dalla Società Compania Financiera Lonestar S.A. (società riconducibile a Gabriele Volpi quale beneficiario economico effettivo).

Agli importi sopra indicati e riconosciuti dai Tribunali, si aggiungono euro 5.100.000 oltre interessi di bond scaduti per una esposizione debitoria totale di Società di Maurizio Setti nei confronti di Società di Gabriele Volpi di almeno 18 milioni di euro.

Le azioni dell’Hellas Verona Football Club S.p.A. sono state trasferite prima da HV7 a HV23 e poi da HV23 a Star Ball Srl attuale socio, tutte società riconducibili e già amministrate da Maurizio Setti, unicamente per sottrarsi al pagamento dei suddetti debiti.

E’ stato riconosciuto il grave stato di insolvenza delle Società HV7 e HV23, entrambe in liquidazione, e la stessa Star Ball Srl, socio unico dell’Hellas Verona Football Club S.p.A. e di HV23, non presenta una dotazione patrimoniale e finanziaria idonea a rimborsare i debiti della propria controllata HV23”.

LASCIA UN COMMENTO

*