Corrent: «Finale storica per il Club, orgogliosi di potercela giocare. Ai ragazzi chiedo di pensare al quotidiano: a distanza, Verona sarà con noi»

Una settimana esatta alla partita più importante della stagione per la Primavera gialloblù, che sta preparando giorno dopo giorno la finalissima di TIM Cup.

A guidare i giovani dell’Hellas, mercoledì prossimo al Mapei Stadium (ore 18), sarà mister Nicola Corrent, alla prima stagione alla guida della Primavera dopo le esperienze da vice in Prima Squadra e da allenatore dell’Under 17. Un percorso, quello di Corrent, che rispecchia quello della sua squadra, vera e propria sorpresa della competizione e capace, con umiltà, sacrificio e anche bel gioco di superare avversarie come Cagliari e Roma e prendersi questa finale contro la Fiorentina.

Lo stesso Corrent ha raccontato così l’avvicinamento alla gara, ai microfoni di Hellas Verona Channel Radio:

La finale? Questa gara è un evento storico per il Club, siamo orgogliosi di aver raggiunto questo risultato per la prima volta nella nostra storia e ora vogliamo viverla al massimo.

Come la stiamo preparando? E’ una progressione giornaliera, un lavoro quotidiano per portare tutti i ragazzi allo stesso livello fisico, avendo vissuto in modo differenziato gli scorsi mesi. C’era tanto bisogno di tornare a respirare l’aria dello spogliatoio, di questo sono molto contento, e i ragazzi stanno lavorando molto bene.

La Fiorentina? Detiene il trofeo ed è una squadra che a livello di rosa può avere qualcosa in più, ma le armi del Verona restano sempre le stesse: entusiasmo, spirito di gruppo e grande compattezza. Ai ragazzi sto chiedendo di non pensare al domani ma solo al quotidiano, a questa partita e non alla strada che tanti di loro potranno intraprendere subito dopo. Quello che sicuramente ci mancherà è il pubblico, sugli spalti tra viola e gialloblù sarebbe stata una bella festa, ma i nostri cuori saranno vicini perché è una partita storica che vogliamo condividere, anche a distanza, con tutta la città». Fonte: hellasverona.it

 

Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*