Crepe nello spogliatoio? Fuori la verità!

di Michele Coratto

“Sono successe cose che non mi sono piaciute ma io ho dato sempre il 100% per il Verona. Più avanti avremo modo di parlarne”

È bastata questa dichiarazione di Luca Toni per sollevare il polverone. Cosa voleva dire? Quale accusa sta muovendo? Il sospetto, a questo punto piuttosto fondato, è che alcune dinamiche extra-campo abbiano portato alla deriva il Verona. Questo spiegherebbe parecchie cose tra cui il rendimento altalenante del gruppo che è passato dalla prima buona gestione di Del Neri ai black-out improvvisi, da Udine in poi. 

È indiscutibile che la squadra gialloblù abbia subito un’involuzione di gioco e le “sassate” dell’ormai ex capitano scaligero fanno malissimo.

I tifosi meritano rispetto e hanno il diritto di sapere. Basta pensare di blandirli con le chiacchiere o comprando pagine della Gazzetta dello Sport. Se esistono verità nascoste (a questo punto meglio chiamarle segreti di pulcinella), è ora che la Società spieghi come stanno le cose. 

Dopo le dichiarazioni non dichiarazioni del Capo della Comunicazione dell’Hellas “solo la Società sa la verità su Luca Toni”, poi smentite il giorno dopo con un’errata corrige sul quotidiano “Libero” è arrivata l’ora di vuotare il sacco. 

I peccati sono di quattro tipi: pensieri, parole, opere ed omissioni. Da via Belgio la finiscano di tacere e confessino. Questione di correttezza morale ed intellettuale. Dimostrino di avere coraggio e ci spieghino a cosa sono riconducibili le umiliazioni di alcune gare dell’Hellas, quando la Salvezza era un’impresa ancora possibile. Portino rispetto a chi giornalmente vive e soffre per l’Hellas ed ha il diritto di sapere i perché di una stagione ignobile che ci ha visti affondare ineluttabilmente. Questione di stile, quella che in più di un’occasione il Presidente Setti ha implicitamente sottolineato essere una mancanza del tifoso veronese, definito “provinciale”.

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

2 COMMENTS

  1. …va ben che se te me scambi per Gardini, evidentemente non te si mia un siensiato…ma almeno le basi…presumo che saria deontologicamente corretto per un giornalista riportar TUTTA la dichiarazione, e anche la domanda, o sbaglio? No, così, giusto per non inventarse polemiche alla cazzo…ma perchè, elo un mistero chi l’è sta a frantumar el spogliatoio? O probabilmente sito l’unico che g’ha ancora da capirlo? Che el sia sta magari quel che tette auguravi de vederghine 11 in campo….e che tette auguri de riveder sulla panchina anche stan che vien?

  2. Se si parlava prima visto che sapevano che nello spogliatoio qualcosa si era rotto si poteva salvare il nostro hellas ora pervme con tanto rammarico tutti a casa

LASCIA UN COMMENTO

*