Del Neri: “Osiamo come con l’Empoli ma stavolta con il gol”

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù, rilasciate durante la conferenza stampa alla vigilia di Milan-Hellas Verona.

 

LA FORMAZIONE

«Souprayen ha un leggero malanno,ma potrebbe già tornare con il Sassuolo. Giocheremo comunque con una difesa adatta a quello che vogliamo fare, che possa avere le qualità di giocare una partita propositiva. Rafa Marquez è pienamente recuperato, anche Sala sta meglio. Ci daranno sicuramente una mano. Chi sostituirà gli assenti? Ci sono le alternative giuste, ma l’importante è essere predisposti a giocare come contro l’Empoli. Non possiamo difenderci contro una squadra che prima o poi ti può punire. Pisano a sinistra? Può essere una soluzione, che ci potrebbe dare copertura e spinta. Non dobbiamo abbandonare le nostre certezze. Dovremo giocare di squadra in tutti i reparti».

 

MILAN, PARTIAMO DALLE NOSTRE CERTEZZE

«Il Milan non sta attraversando un momento facile rispetto agli obiettivi che si era preposto ad inizio stagione, ma ha tante qualità. Cosa dobbiamo fare? Giocare come domenica sarebbe riduttivo, dobbiamo essere propositivi e non pensare solo a difendere, contro una squadra che ha profonità e attaccanti importanti. Dobbiamo essere vogliosi, farli soffire e fargli male. Dobbiamo pensare a fare gol contro una squadra di spessore e qualità. Tradizione sfavorevole a ‘San Siro’? Non guardo al passato ma al futuro. Giochiamo una partita importante, dobbiamo sfatare il tabù dal modo di affrontare la partita. Con l’Empoli è mancato solo il risultato, il Milan in casa può giocare una grande partita e noi dovremo essere accorti».

 

GIOCARE PER I TIFOSI

«I tifosi assenti a Milano? Abbiamo sempre bisogno di loro. Noi dovremo pensare a giocare come se fossero lì con noi, come se avessimo il loro supporto. Giocheremo attenti e con voglia di fare bene, la paura nel calcio non esiste. Questo dovrà essere il nostro atteggiamento fino alla fine della stagione».

 

UN SOLO OBIETTIVO, UN SOLO DOVERE

«Come rialzarci dopo la sconfitta con l’Empoli? Ci ha aiutato il pubblico, subito dopo la partita. Noi abbiamo un solo obiettivo e un solo dovere. Dobbiamo essere convinti di quello che facciamo sul campo e avere le qualità di poter far bene. Ci sono tante partite, stimoli continui, e noi dobbiamo riversare tutte le motivazioni sul campo. Sarà faticoso raggiungere il nostro obiettivo, ma dobbiamo pensare a lungo termine e rimanere attaccati alle posizioni utili anche a marzo e aprile. L’importante è non essere tagliati fuori. Questa squadra ha bisogno di trovare certezze e noi dobbiamo cercarle e trovarle».

 

IL MERCATO

«Mercato? Non ci penso in questo momento, siamo concentrati per far rendere al massimo questo gruppo. Se la società troverà il sistema per migliorare la squadra allora sarà giusto pensarci, ma queste valutazioni verranno fatte al momento giusto».

 

CALCIO ITALIANO IN CRESCITA

«Gollini contro Donnarumma? Il calcio italiano sta producendo buoni calciatori, di qualità. Per fare ulteriore esperienza dovrebbero giocare anche le coppe europee, ma c’è un bel parco giovani per il futuro. Zaccagni? Deve crescere e trovare un assetto tattico ben preciso. Deve maturare e qui può farlo con calciatori importanti al suo fianco. E’ un calciatore dal futuro interessante».

Fonte: hellas verona F.C.

LASCIA UN COMMENTO

*