Dicono di noi – Qui Toro…

Non si può certo dire che il settore difensivo sia il reparto meglio attrezzato in dote a Mandorlini. La prossima avversaria del Torino ha subìto ben 34 reti nei 21 incontri fin qui disputati, valsi il quarto posto tra le squadre più perforate della categoria (solo Parma, Cesena e Cagliari hanno fatto peggio). Il tecnico del Verona ha cambiato pelle alla squadra, passando ad una difesa a cinque con esterni più adatti alla fase di copertura rispetto che a quella di spinta. I cambiamenti, però, iniziano dalla porta. Tra i pali, infatti, l’ex Toro Francesco Benussi ha scalzato Rafael dalle gerarchie del tecnico, prendendosi così il posto da titolare nelle ultime uscite.

Quagliarella e compagni dovranno poi vedersela con la grande forza fisica del terzetto difensivo. La retroguardia è guidata dall’esperto Rafael Marquez, centrale messicano alla prima esperienza in Italia. Al suo fianco, è probabile che siano proposti altri due giocatori dalle stesse caratteristiche, come Moras e Marques. I tre difensori scaligeri non rappresentano un ostacolo insormontabile, soprattutto se presi in velocità da avversari veloci e dalle qualità di Martinez. Non ha ben figurato l’ex granata Guillermo Rodriguez, attualmente ai box per un trauma muscolare alla coscia sinistra, finora autore di prestazioni non all’altezza delle aspettative. Anche sui settori laterali l’esperienza non manca. Sulla fascia mancina Mandorlini può contare su Brivio e Agostini, mentre a destra Martic sta trovando sempre più spazio nel ruolo di esterno basso di centrocampo.

Fonte: www.toro.it

LASCIA UN COMMENTO

*