E se Mandorlini…

Ventura corsaro nelle ultime due sfide di campionato a Verona. In due stagioni il Bentegodi è stato terra di conquista per i granata, evidentemente capaci di aggirare il 4-3-3 del tecnico ravennate. Urgono soluzioni. E di sicuro negli allenamenti a porte chiuse (oggi ne è previsto un altro), il mister gialloblù proverà alternative tattiche. Una su tutte quel 3-5-2 che permette di giocare a specchio con gli avversari. Gli interpreti non mancano e la variatio è buona. Moras, Helander e Bianchetti davanti a Rafael. In mediana linea a 5 con esterni che diano equilibrio (Romulo da una parte e Souprayen dall’altra) e centrocampisti centrali Sala e Ionita (Greco) con Viviani in cabina di regia. In avanti infine spazio al duo Toni/Pazzini pronti a dettare legge tra le maglie granata. L’armata di Ventura va fermata. Mandorlini studia contromosse all’altezza..

LASCIA UN COMMENTO

*