È tornato Sala. Capitolo secondo

Il primo, in ordine di tempo, è stato Greco. Acquistato dal Genoa, Leandro ha dato subito prova di carattere, dinamismo e sagacia tattica. Il secondo, anche se non è un nuovo innesto di mercato, è come se lo fosse stato, soprattutto dopo la buonissima prestazione contro l’Empoli. Sala, nonostante non abbia ancora nelle gambe i novanta minuti, è stata la sorpresa più bella: ieri, finché il fisico lo ha sorretto, ha mostrato di avere nelle corde gli affondi e le accelerazioni necessarie per spaccare il centrocampo avversario e ribaltare l’azione da difensiva in offensiva. Un po’ come ci aveva abituati l’anno scorso Romulo. Il bergamasco è risultato davvero una straordinaria notizia nel noioso pomeriggio di Empoli. La mediana gialloblù con lui ha aggiunto sicuramente qualità. Quella che serve al Verona per vincere le partite.

LASCIA UN COMMENTO

*