È una questione di testa – parte III

Premessa: Abramovich potrebbe arrivare a Torino con 60 milioni di euro e portare al Chelsea il terzino Alex Sandro, uno dei peggiori della Juve contro il Verona. Se il magnate russo arrivasse a Verona con 25 milioni, comprerebbe l’intera squadra, compresi i magazzinieri. E con altrettanti farebbe pure lo stadio. Questo per dire che le disparità economiche e tecniche tra Verona e Juve sono esagerate. Ma nonostante ciò, la banda di Pecchia non ha fatto male per 75 minuti anzi, ancora una volta ha dimostrato che ogni problema del Verona non nasce dal tecnico. Da almeno due mesi la squadra è messa abbastanza bene in campo. E non è nemmeno merito o demerito degli avversari, anche perchè ieri l’Hellas affrontava una corazzata in grande forma.

La differenza tra prestazioni dignitose e non, la fanno tecnica e testa. Non si possono alternare gare dove si sbranano gli avversari, ad altre con l’approccio senza concentrazione, mentalmente scarichi, addirittura dormienti. I punti salvezza vanno cercati con ogni avversario, Juve compresa.

D.Con.

1 COMMENTO

  1. La squadra è immagine e somiglianza del suo tecnico. Senza nerbo e incapace di caricare la squadra. Tranne le gare che si caricano da sole. Se una partita è buona e quattro pessime, di chi è la colpa???

LASCIA UN COMMENTO

*