Fares, molto più di un talento

Nella girandola del mercato estivo, Momo Fares (classe ’96) è rimasto in gialloblù. Una mossa tecnica, ma anche furba da parte della società. Infatti, se è vero che il talentino mancino può dire la sua anche in Serie A, dove ha già debuttato l’anno scorso a Udine, è altrettanto necessario per la società avere 4 giocatori cresciuti nel proprio vivaio per la stagione 2016/2017. Ecco che Fares, arrivato il 17 gennaio 2013 dal Vicenza nell’operazione Bojinov, entrerebbe nella graduatoria dei giocatori cresciuti nel vivaio dell’Hellas proprio il 17 gennaio 2016. Diventando così elemento fondamentale ai fini del regolamento per l’annata successiva. Oltre che ottimo elemento sul quale puntare per il futuro del Verona.
D.C.

LASCIA UN COMMENTO

*