Fernandinho: un mancino per il tridente

Prestito con diritto di riscatto a 18 mesi. Luis Fernando Pereira Da Silva, per tutti Fernandinho, e? un giocatore del Verona dopo aver concluso la stagione al Gremio, in citta? gia? da ieri per le visite mediche.
L’Hellas si prende un giocatore dalla grande velocita?, ideale per il 4-3-3 a testimonianza di come Mandorlini voglia continuare a viaggiare in parallelo anche col 5-3-2 senza pero? mandare in soffitta la sua idea di tridente. La vita calcistica di Fernandinho e? un mezzo romanzo, arrivato abbastanza tardi al calcio di un certo livello
Fernandinho con il Gremio
dopo gli esordi al Cambe?, Central PE, Ferroviario e Iraty. Fernandinho prova cosi? ad emigrare, finisce in Corea del Sud al Daejeon Citizen prima di tornare in fretta in Brasile, al Barueri, e ricevere nel 2010 la
chiamata del San Paolo dove in due stagioni segna 11 gol in 47 partite di campionato. La tappa successiva sono gli Emirati Arabi, all’Al Jazira prima di transitare dall’Atletico Mineiro e stabilirsi al Gremio, allenato da Felipe Scolari. Ventinove anni compiuti il 25 novembre, Fernandinho e? un mancino che nei tre d’attacco puo? andare anche a destra, uno che ha all’attivo 14 presenze e due gol in Copa Libertadores. Il primo con la maglia del San Paolo all’Once Caldas, il secondo con l’Atletico Mineiro nel ritorno degli ottavi con l’Atletico Nacional. Fernandinho ha cominciato la stagione all’Atletico, titolare in sei delle prime nove partite prima di trasferirsi a meta? luglio al Gremio, al quale il 27 aprile aveva segnato l’unico gol con la maglia dell’Atletico. Dopo le visite mediche si aggreghera? alla truppa di Mandorlini e iniziera? la sua avventura nel campionato con la maglia gialloblu?.

Fonte: L’Arena

LASCIA UN COMMENTO

*