Fiorentina in crisi?

La redazione di TuttoMercatoWeb.com ha realizzato il punto sulla Fiorentina con Riccardo Galli, giornalista de La Nazione.

Che aria tira a Firenze dopo queste due sconfitte consecutive in campionato?

“In questo momento un pò di delusione e un pò di preoccupazione, allo stesso tempo ci sono tracce di ottimismo. La delusione c’è perché a Firenze nessuno poteva immaginare di essere a 13 punti in questa fase della stagione. La Fiorentina si considera ancora una squadra da piani alti, bisogna rimediare in fretta. C’è ottimismo perché ci credono ancora a Firenze, il progetto è stimato dai tifosi e dalla squadra. Il campanello d’allarme vero può scattare tra un mesetto quando capiremo la squadra è uscita dai problemi. In questo mese la viola deve rispondere, ha la possibilità di fare bene e prendere la tendenza giusta”.

Ilicic multato per il gesto ai tifosi, siamo arrivati al capolinea?

“E’ un giocatore sotto esame, come lo è sempre stato. Lui si è trovato a Firenze nel momento sbagliato a livello tattico e questo lo ha condizionato. Il rapporto credo sia arrivato ad essere deteriorato, ma la Fiorentina ha due impegni su Ilicic. Deve tenerlo vivo e mandarlo altrove per fare bene, e anche a livello di mercato se lo mollasse ora perderebbe tutti i soldi investiti in passato. Deve provare a non svalutarlo. Il rapporto però non è mai nato, la società deve essere brava a considerarlo ancora un patrimonio, anche se mandato a giocare altrove”.

Montella ha ancora piena fiducia?

“Montella ha la fiducia della società. Questo gli darà la forza di poter gestire un momento critico. Lui deve fare tesoro della fase delicata, forse la prima che attraversa da quando gestisce un club di fascia alta. Dovrà essere in grado di gestire e trovare soluzioni, non ci sono disaffezioni e distacco. Però ora ha un problema da risolvere e ha le qualità per farlo”.

LASCIA UN COMMENTO

*