Fusco tra mercato, liste e regolamenti: le possibili operazioni in casa Hellas

In questo momento Fusco ha l’imbarazzo della scelta nell’acquisto dei giocatori d’attacco. 

La lista under (dal ’96 in giù) è infinita e quindi giocatori come Parigini e Boyè non occuperebbero spazio.

Poi ci sono tre spazi nella lista vivaio, anche se non ci sono molti giocatori di livello in circolazione che possono vantare un passato nel settore giovanile gialloblù. 

La lista over al momento potrebbe avere ben tre slot liberi. Il primo derivante dalla cessione di Brosco, il cui passaggio al Carpi è imminente. Il secondo slot può essere liberato da Franco Zuculini, infortunato di lungo corso, che potrebbe rimanere fuori lista fino a gennaio. Infine il terzo slot può essere recuperato dall’esclusione di Coppola, sfruttando il regolamento dei portieri. Per gli estremi difensori, infatti, la situazione è diversa rispetto ai colleghi: il regolamento, soltanto per il loro ruolo, permette di inserirli in lista in caso di emergenza anche pochi minuti prima della gara, purché ne venga fatta comunicazione alla Lega Serie A tramite email certificata pec. Quindi Coppola potrebbe essere regolarmente convocato da Pecchia, come terzo di Nicolas e Silvestri, ma non essere mai inserito nella distinta ufficiale di gara perché, se escluso dalla lista, non potrebbe andare in panchina: se però uno dei due titolari si infortunasse durante il riscaldamento, sarebbe pronto a rendersi disponibile grazie alla sopracitata norma.

Infine lo spazio per tesserare extracomunitari. Il Verona ne può acquistare ancora uno. Infatti il regolamento dice che le società che avevano zero o un solo extra-UE tesserato al 30 Giugno 2017, possono acquisirne dall’estero senza alcun vincolo, arrivando al numero massimo consentito di tre.

Questo è il caso del Verona che lo scorso 30 giugno aveva in rosa il solo Juanito Gomez. Quindi Fusco può tranquillamente tesserare tutti gli extracomunitari che vuole in Italia e soltanto un altro dall’estero, come Mitrovic o Lee, visto che l’altro slot è stato occupato da Caceres.

Alla luce di tutti questi fatti, gli ostacoli principali di Fusco in questo momento sono il poco tempo a disposizione e i salari dei giocatori, perché per quanto riguarda il regolamento, il ds gialloblù ha ampio margine d’azione.

D. Conati

CONDIVIDI
Federico Messini
Federico Messini nasce a Villafranca di Verona il 15/05/1990. Studente in lettere moderne presso l'Università degli studi di Trento. Scrittore e cantautore ha all'attivo due pubblicazioni : "Il gioco degli spiccioli" uscito nel 2013 e "Il doppiatore" uscito nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

*