GOL lini

di Massimo Recchia

Io non so se De Coubertin abbia Sky nelle nuvole al sole dove riposa. Non so se il mitico Ghezzi od il compianto Giuliani lo abbiano. Non so neppure se Colombo penna bianca la può ancora vedere o se l’imbolsito Garellone lo ha incrociato con gli occhi a palla da golf.

Un saltello trallalla’ un saltello trallallero.! Un tuffo fra gli scogli erbosi del Barbera con la sfera rovente,ma di ghiaccio, e che passa sopra le manone della grande promessa, figlio di Jashin, nipote di Tafarel e cugino in terza di Zoff: GOL-lini! Uno a zero. Palermo salvo. 

Peccato che Viviani coscia d’acciaio si ricordi i quattro milioni di costo e rovini la festa isolana. 

Ma..ma…un pallone trallalla’ un pallone trallallero da rimessa laterale e il figlio prediletto del Gran caporal do Mexico alza le manone che da tanto sono grandi oscurano in ombra la traiettoria della sfera da 15 milioni e nel buio generale cade rotolando in rete. Troppo buio no? Più luce! Più luce! 

Ecco che Pisano ricorda di essere capocannoniere e fa il suo dovere. Bravo Pisano, forse non era in sé.. 

Chi manca a questo appello? 

Il magazziniere certo! Ha consegnato guanti da saldatore per sbaglio al futuro numero uno della saga “I fantastici quattro” ovvero:

Il gran capitone, vale solo a capodanno.. 

Il trancia femori Matuzalemme, le ali della libertà mai goduta Claudio Wink e lui SuperGollo de sto pollo. 
Ma per favore..

Tornate nei Looney Tunes! 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

*