Gollini come Frey

Quando è nato (18/03/1995), Totti aveva già 20 presenze e due gol in serie A. E sabato si è tolto la soddisfazione di respingergli tutti gli attacchi capitolando solo sulla fucilata di Florenzi e sull’eurogol di Destro. “Pigi” Gollini ha senso della posizione e talento da vendere. Un portiere moderno che alla seconda presenza da titolare dimostra grande coraggio e spavalderia. L’inizio ricorda l’esordio di una vecchia conoscenza: Sebastien Frey. Durante i suoi trascorsi veronesi, anche il transalpino era diciannovenne e Gollini, al pari del francese, sta emulando lo splendido inizio che porto’ il collega ad essere protagonista in maglia gialloblù del campionato 99-00. Certo, di strada “Pigi” ne ha ancora da fare ma quello che conta è che dopo le prime due gare, l’estremo difensore scaligero ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per ricalcare le orme dell’ex Sebastien, da molti anni tra i migliori numeri 1 del panorama internazionale.

LASCIA UN COMMENTO

*