Grosso: “Questi ragazzi meritano il sostegno dei tifosi”

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Fabio Grosso, rilasciate durante la conferenza stampa in vista di Hellas Verona-Pescara, 16a giornata della Serie BKT 2018/19.

LA STRADA GIUSTA

«Anche questa settimana ci siamo allenati bene, a Benevento abbiamo preso una boccata d’aria: era importantissimo fare una grandissima partita. Ora lo step successivo è quello di continuare, e per farlo dobbiamo pretendere tutti qualcosa in più da noi stessi perché è fondamentale riuscire a ripetere una gara ad altissima intensità».

LE PAROLE DEL PRESIDENTE

«Il presidente al termine della seduta ci ha radunato tutti al centro del campo per dirci di credere nelle nostre qualità e di continuare su questa strada».

IL SOSTEGNO DEI TIFOSI E LA CONTINUITA’

«Non mi piace fare gli appelli perché ho tanto rispetto della gente che viene a vederci. Ma credo che questi ragazzi meritino sostegno. A Benevento abbiamo fatto una bella prova, ma non può e non deve bastare. L’infortunio di Crescenzi? Peccato perché ci teneva tanto a giocare lunedì. Ma il gruppo nella sua pienezza si sta allenando bene e questo è determinante per alzare la competitività così che chi è in campo senta la responsabilità di avere fuori dei ragazzi altrettanto importanti. Avere tanta qualità dev’essere un punto a favore. Proprio prima di questo allenamento ho detto che per me è fondamentale che tutti mi mostrino il desiderio di essere protagonisti e che però, quando arriva la partita, dobbiamo riconoscere che abbiamo tutti quanti la stessa maglia. Una maglia molto prestigiosa che ha un tifo importante e quindi insieme dobbiamo essere bravi a rendere orgogliosa la gente che ci viene a vedere. I ragazzi, giovani e nuovi, se vengono sostenuti possono rendere ancora meglio».

IL DEBUTTO DI DANZI E PESCARA

«Non c’è chi mettendolo in campo ci risolleva le partite e questo lo credo da sempre, perché se ci fosse le giocherebbe tutte. Danzi è un ragazzo molto intelligente e ha uno spirito importante. All’inizio ha avuto poche occasioni, ma ci ho sempre parlato perché aveva tutte le qualità per dimostrare le sue doti. Il legame con Pescara? Sono nato a Roma, lì ho vissuto l’infanzia e ci torno volentieri ma per me non cambia niente, perché li ho già affrontati e lunedì voglio i 3 punti con i miei ragazzi». Fonte: hellasverona.it – fotoexpress

LASCIA UN COMMENTO

*