Hellas nel caos: Sboarina prenda contatti con Setti

Che senso ha scegliere il calcio per fare impresa? Perché farne una questione di bilancio, ben sapendo che si sta usando un bene storico della città? Il Direttore Sportivo Fusco che plasma una squadra non all’altezza non è giustificato e va messo dietro la lavagna. Tanto quanto la guida tecnica che lo avvalla.

Il punto è però un altro: la strategia è pianificata da tempo e contempla a monte una strada di lacrime, sudore e sangue. Forse erano previsti anche i mugugni, dal momento che si è deciso di allestire la rosa sulla base di scommesse e scarti degli altri.

Quel che è grave, però, è la contestazione che divampa e la società che “fa spallucce”. Va da se’ l’invocazione delle istituzioni. Sboarina faccia pesare il suo ruolo e chieda chiarimenti a Setti. Non tanto per la nefasta penultima posizione, ma per conoscere le valutazioni manageriali, se ci sono. L’Hellas è impaurito, fragile, abbandonato ad un totale stato di prostrazione. Perché da via Belgio Setti non parla? L’Hellas è patrimonio di Verona città ed è dovere del Sindaco capire cosa sta succedendo. Setti deve spiegazioni ai veronesi, senza se e senza ma, perché nella direzione in cui si è diretti, non si salva nemmeno la faccia.

M.Cor.

LASCIA UN COMMENTO

*