Hellas vs Inter 0-3

L’Hellas pimpante dell’inizio primo tempo si squaglia come neve al sole dopo il primo vantaggio nerazzurro ad opera di Icardi. Già, il primo gol: qualcuno dovrebbe spiegare alla nostra retroguardia che anche se con un uomo a terra, finché non fischia l’arbitro l’azione e’ sempre regolare. Ed invece, tutti fermi ed è 0-1. La mazzata raddoppia al 48′, in apertura di ripresa, quando un contropiede interista avrebbe dovuto essere gestito meglio dalla difesa scaligera per nulla in inferiorità numerica. Succede così che il Verona perde con la corazzata di Mancini. Per carità, ci stava una sconfitta con la Beneamata, ma così da’ fastidio. La gara si poteva gestire meglio, con meno cali di concentrazione e più lucidità nelle azioni che contavano. L’ultima rete (autorete di Moras), in pieno recupero, e’ utile solo per le statistiche. Brutta serata anche per il cannoniere gialloblù Luca Toni che come all’andata ha fallito il calcio di rigore che avrebbe potuto accorciare le distanze oltre che portarlo in solitaria sulla vetta dei goleador dell’Hellas. Dal Bentegodi, Verona 0, Inter 3.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*