I sassi nella scarpa di Ernesto Torregrossa

Arrivato a Verona nel 2010 dopo essere cresciuto nelle giovanili dell’Udinese, Ernesto Torregrossa attaccante mancino classe 1992 ha avuto l’opportunità di esordire in Serie C con l’Hellas Verona nella partita con il Sorrento.

Gli anni successivi sono una serie di prestiti in giro per l’Italia: Siracusa – Monza – Como – Lumezzane, e proprio nell’esperienza Lombarda Torregrossa mette a segno parecchi gol attirando verso di se gli sguardi di molti.

L’Hellas decide di non privarsi del giocatore e di riscattare il suo cartellino, siamo nel 2014. Dalla Lega Pro inizia la sua esperienza in Serie B, prima con il Crotone poi a Trapani per arrivare a Brescia nel 2016. Per un paio di anni rimane in prestito alle Rondinelle, che decidono di riscattarlo l’ultimo giorno del mercato di riparazione della stagione 2017-2018 ad un cifra vicina al milione di euro.

Attualmente è uomo importante a disposizione di mister Corini, attaccante mancino abile nel mantenere il possesso palla e pericoloso con le incornate di testa. Ha già messo a segno 2 gol e 1 assisti in 8 partite giocate in campionato.

Gli Scaligeri probabilmente non hanno mai completamente creduto in lui, il continuo girovagare per l’Italia è stato forse un modo per attendere che come calciatore sbocciasse definitivamente. La presenza dei vari Ferrari, Cacia, Toni e Pazzini gli ha quasi certamente di fatto sempre sbarrato la strada in gialloblù, ma il calciatore è in forma e nel match di domani vorrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa provando a regalare ai suoi la gioia del gol.

Stefano Pozza

Fonte foto: Ernesto Torregrossa Official Facebook

LASCIA UN COMMENTO

*