Il “Pazzo” si carica l’attacco e Mandorlini allenta la pressione

Ora è davvero arrivato il suo momento. Con Luca Toni fuori dai giochi tocca al “Pazzo”. Al “Meazza” partirà dal 1′ e il peso dell’attacco sarà tutto sulle sue spalle. A lui ora il compito di portare in gol la manovra gialloblù. Di contro Mandorlini senza Toni si scrolla di dosso le polemiche del perché e del per come non giocasse l’ex rossonero in coppia con Luca. Mercoledì toccherà a lui, nel solito 4-3-3. Già, il modulo: nella Samp il “Pazzo” girava a mille grazie ad un suggeritore d’eccezione, Antonio Cassano. Nel Verona a tre punte invece di suggeritori non ce ne sono e gli unici rifornimenti (pochi a dir la verità) arrivano dalle fasce. Per questo la domanda sorge spontanea: la’ davanti stringere Siligardi in coppia con il centravanti toscano potrebbe essere una soluzione? Sicuramente no. Il 4-3-3 mascherato (4-5-1) non si cambia. Mandorlini riparte sempre dalle sue certezze. E dai 3 punti in classifica…

M.C.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

*