Il punto di mercato sul Verona che sarà

In questo periodo di chiusura generale, sono molte le voci che si rincorrono sui giocatori del Verona e su quello che sarà nella prossima stagione.

È difficile oggi fare previsioni, soprattutto perché tutto ruota intorno a Ivan Juric e alla sua permanenza in gialloblù, ma alcune certezze già ci sono, come pure alcune idee molto più concrete di altre.

Reparto difensivo

Silvestri piace in Inghilterra, ma offerte concrete non ce ne sono. Dovesse arrivare una proposta irrinunciabile saluterà Verona, ma per ora l’ipotesi è lontana. Rrahmani andrà a Napoli, con Dawidowicz, Lovato e il rientrante Casale pronti a sostituirlo. Günter verrà riscattato per 4 milioni di euro ed è difficile pensare che il Genoa possa esercitare il controriscatto per 5,5 milioni, soprattutto se i liguri dovessero finire in B. Infine Kumbulla: ormai l’Inter sembra aver superato tutti nella corsa al centrale albanese. 20 milioni cash al Verona, che potrebbero aumentare o restare gli stessi a seconda degli accordi che le due società potrebbero prendere per altri interpreti legati alla vicenda: Dimarco e Salcedo con il rinnovo del prestito di entrambi e la possibilità di inserire il diritto di riscatto a favore del Verona, ma anche il prestito secco dello stesso Kumbulla che potrebbe così rimanere un altro anno in gialloblù.

Esterni

Faraoni, Lazovic e Dimarco potrebbero comporre il terzetto che si alternerà l’anno prossimo nei due ruoli da esterni. Faraoni piace molto alla Roma, ma solo un’offerta irrinunciabile lo porterebbe lontano da Verona. Acquistato per 350mila euro poco più di un anno fa, oggi D’Amico chiede 7/8 milioni per il suo cartellino. Già a gennaio è stato vicino all’addio, con il Verona che aveva bloccato Jacopo Sala per sostituirlo, oggi, anche se non è sul mercato, è di nuovo sull’agenda di Petrachi. Chi saluterà invece è Adjapong che non sarà riscattato e tornerà a Sassuolo.

Centrocampo

Addio ad Amrabat ufficiale, quello a Pessina quasi, con il Verona che lo riscatterà dall’Atalanta, che a sua volta effettuerà il controriscatto fruttando 500mila euro alle casse gialloblù. Tornerà Henderson, verrà confermato Badu, una delle questioni aperte riguarda il rinnovo del contratto di Miguel Veloso, in scadenza. Infine occhio a Udogie che potrebbe essere inserito in pianta stabile in prima squadra.

Trequartisti

Il Verona riscatterà Verre per 2,7 milioni di euro, cercherà di trattenere Salcedo un altro anno e proverà a convincere Borini a rinnovare il contratto in scadenza. Il sogno di Juric in questo ruolo resta Ninkovic, con l’Ascoli che ha notevolmente abbassato le pretese che lo avevano tenuto lontano da Verona nel luglio scorso. Zaccagni confermatissimo, a gennaio tornerà Bessa, che prima dello stop generale stava facendo benissimo in Brasile, mentre Eysseric farà ritorno a Firenze.

Attacco

Addio a Pazzini sempre più probabile. Si potrebbe trovare una soluzione per un rinnovo a cifre molto più abbordabili per le casse gialloblù, ma le 36 primavere del bomber iniziano a pesare in sede di valutazione sul rinnovo. Confermato Stepinski, più di un dubbio rimane su Di Carmine il cui contratto va in scadenza nel 2021. In questo reparto i tifosi si attendono l’investimento maggiore per l’anno prossimo. Foto: Zimbio

Damiano Conati

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

*