Il Verona affonda la Samp e vola a 9 punti

La 7^ giornata del campionato di Serie A vede scendere in campo nell’anticipo del sabato Hellas Verona e Sampdoria.

Se per gli ospiti la gara odierna è di di fatto un crocevia importante per la permanenza sulla panchina doriana di mister Eusebio Di Francesco, dall’altra parte per il Verona è il momento di fare i 3 punti. I ragazzi di Juric sono reduci da buonissime partite in cui avrebbero meritato qualche punto in più.

Inizia la contesa e dopo un equilibrio iniziale sono gli scaligeri a prendere le redini del gioco dimostrando grande organizzazione e convinzione. Al minuto 8 Miguel Veloso batte un corner delizioso e Marash Kumbulla svetta in area sul primo palo insaccando una bellissima rete. Complimenti al difensore classe 2000 che sta dimostrando di essere all’altezza di questa serie A. L’impressione è che blucerchiati ne stiano capendo molto poco con i nostri che dettano le regole del gioco.

Poco dopo la mezz’ora la spina nel fianco Salcedo viene atterrato al limite dell’area guadagnando una punizione molto invitante per Veloso. Proprio il nazionale portoghese si incarica della battuta ma la barriera respinge in corner. Prosegue la gara e nel finale del primo tempo grandissima galoppata di Amrabat che porta a spasso mezza Samp serve palla a Stepinski che non è abile a sfruttare la buonissima occasione. È un bel Verona!

Prende il via la ripresa e in campo vige un perfetto equilibrio con le due compagini che giocano prettamente a centrocampo. Aumentano l’intensità i veronesi e al minuto 11 è Pessina a provare a sorprendere Audero con un velenoso tiro da fuori. I nostri devono prestare attenzione alle ripartenza degli avversari che in più di qualche occasione rischiano di sorprendere i nostri. Primo cambio per Juric: fuori Lazovic dopo poco più di dieci minuti e dentro Gigi Vitale.

L’impressione è che i gialloblù abbiano decisamente una marcia in più, ma sarebbe importante mettere in cassaforte il risultato. Gli avversari hanno qualità e davanti possono essere pericolosi. Esce Salcedo autore di una buonissima prestazione ed entra Valerio Verre.

Al 35esimo il Verona meritatamente allunga: punizione insidiosa dalla destra ben battuta dal Veloso, Murru devia di testa ed insacca la biglia nella propria rete. Meritatissimo 2 a 0 per i nostri. Ultimo cambio per scaligeri al minuto 41: esce Matteo Pessina ed entra Henderson.

Si chiude così la contesa, finisce 2 a 0 per l’Hellas. Un bel Verona che ha meritato dal primo all’ultimo minuto sovrastando gli avversari. La Doria non è mai entrata nel gioco per merito dei nostri che guadagnano 3 punti importantissimi.

FORMAZIONI UFFICIALI

HELLAS VERONA: Silvestri, Rrahmani, Kumbulla, Gunter, Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic (13 2t Vitale), Salcedo (25 2t Verre), Pessina (41 2t Henderson), Stepinski. All: Juric.

SAMPDORIA: Audero, Vieira, Chabot, Ekdal, Bonazzoli (182t Caprari), De Paoli, Jankto (12 2t Rigoni), Bereszynski (31 2t Gabbiadini), Ferrari, Quagliarella, Murru. All.: Di Francesco.

Arbitro: Michael Fabbri (sez. AIA di Ravenna)

Assistenti: Mauro Vivenzi (sez. AIA di Brescia) e Fabrizio Lombardo (sez. AIA di Sesto San Giovanni)

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*