In via Belgio tutti aspettano Setti

A precisa domanda aveva risposto la settimana scorsa Luca Toni che su un eventuale prolungamento del contratto con il Verona si era così espresso: “Il Presidente adesso ha cose più importanti a cui pensare. Il mio prolungamento dipenderà da chi rimarrà”. Dello stesso tenore le dichiarazioni di Mounir Obbadì e Juanito Gomez, entrambi in attesa di capire che fine faranno. Ma mentre per il franco-marocchino l’eventuale mancato riscatto da parte del Verona lo riporterebbe al Monaco, dove ha un altro anno di contratto, per l’argentino si profilerebbe un cambio di club, al momento con destinazione ignota. “Aspetto il Verona – ha detto Juanito. Ho già esposto il mio desiderio di rimanere ancora qui e ora aspetto di essere convocato. Fosse per me firmerei per altri dieci anni”. A chiudere il cerchio il commento del mister che però sposta l’argomento. “Il rinnovo – ha sottolineato Mandorlini – è l’ultima cosa che mi interessa. L’importante è che il Verona resterà in serie A un altro anno. Questa è l’unica cosa che conta. Tutto il resto lo vedremo in seguito”.

Certo è che stando alle parole del Presidente Setti nel dopo Verona – Sassuolo, almeno le posizioni contrattuali dei dirigenti avrebbero dovuto essere già discusse. Ed invece ancora tutto tace. Sarà questa la settimana decisiva? Il progetto di consolidamento dell’Hellas nella massima categoria deve proseguire e le basi per la prossima stagione vanno poste subito. Senza indugio.

LASCIA UN COMMENTO

*