Juric: “Napoli fuori portata? No, tutto è possibile, ma dovremo fare una grande partita”

Queste le principali dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Ivan Juric, rilasciate alla vigilia di Napoli-Hellas Verona:

La condizione della squadra? I ragazzi che non erano impegnati nelle Nazionali hanno lavorato bene. Altri come Amrabat, Danzi e Adjapong invece sono da valutare.

Se sarà possibile fare una buona prestazione? Ogni partita è possibile, noi dovremo dare il 100%, fare una grande partita. Nella partita dovremo avere entusiasmo e stimoli giusti.

Di Carmine? Ha fatto una buona settimana allenandosi con la squadra.

Qualche differenza rispetto alla partita con la Juve? Il Napoli è molto forte in attacco, prepariamo ogni match allo stesso modo.

La nostra fase difensiva? Stiamo lavorando bene e subendo pochi gol.

L’entusiasmo dei tifosi? Fa molto piacere, noi puntiamo a fare bene ogni domenica.

Salcedo? È una possibile opzione, dovrò valutarlo fino all’ultimo istante.

Le condizioni di Tutino? Sta crescendo come molti altri giocatori.

Stepinski? È un ragazzo che sta migliorando, allenamento dopo allenamento. Giocherà chi sta meglio.

Le condizioni di Bessa e Badu? Sono lontani dal rientrare in gruppo.

Bocchetti? Ha fatto molto bene in queste due settimane.

Le caratteristiche di Wesley? È un esterno, un ‘quinto’. Ha una grande tecnica nel giocare sia a destra che a sinistra: sta migliorando molto.

Come si affronta il Napoli? Non è facile per nessuno. Sono forti suli calci piazzati, bisogna stare attenti in ogni occasione.

Il Napoli arriva dopo la vittoria con la Samp? È stata una vittoria importante. Ora inizia un nuovo ciclo con altre partite importanti.

La nostra motivazione? È sempre forte, dagli allenamenti alle partite.

Se c’è un titolare inamovibile? In questo momento tanti giocatori stanno giocando bene: ho molte soluzioni.

Pazzini? Mi spiace per il suo infortunio. In alcune partite ci può aiutare con i suoi movimenti offensivi, il suo senso del gol.

Verona? È una bella città, vivo molto bene qui e sono contento. I tifosi sono molto calorosi, ma anche rispettosi. A Verona sto bene: mi piace vivere qui. Fonte: hellasverona.it

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*