La metamorfosi dell’Hellas

Bisogna essere coscienti del materiale che si ha a disposizione per poi adeguare moduli e tattiche. E da questo punto di vista la bravura di Mandorlini è indiscutibile perché ha dimostrato che a seconda degli elementi che ha tra le mani riesce a privilegiare situazioni di gioco diverse ottenendo sempre risultati egregi. L’Hellas a propulsione offensiva che viveva sulle accelerazioni di Romulo e Iturbe, non c’è più. Quasi tutti gli interpreti della passata, gloriosa, stagione se ne sono andati ma i risultati continuano a fioccare. Non c’è alcun dubbio che i meriti di Mandorlini siano immensi. Metabolizzate le partenze eccellenti senza fare una piega, il tecnico ravennate ha rivoltato come un calzino il Verona: oggi siamo una squadra di palleggiatori e prediligiamo tenere in mano il pallino del gioco. Meno cinici in avanti ma anche meno sbilanciati e più ordinati in difesa, e’ indiscutibile che ora si subiscano meno reti pur continuando comunque ad avere una certa prolificità in attacco. Un ordine tattico dettato da meno esuberanza ma più maturità che ha fruttato fin qui 11 punti. Mica male dopo aver fatto cassa con i campioncini dell’anno scorso e aver ricominciato da molte scommesse. Perché, diciamoci la verità, Tachtsidis non era considerato un acquisto di primissima fascia, per non parlare di Ionita e Martic, pescati a sorpresa dal campionato svizzero, di Lazaros o Sorensen, retrocessi in cadetteria con il Bologna, o di Campanharo, prelevato dalla serie B brasiliana. Insomma, il vero genio dello scoppiettante inizio è Mandorlini che, come fosse “Re Mida”, sa trasformare in oro tutto quello che tocca. E onore anche al direttore dell’area tecnica – Sogliano – capace di contrastare i club più blasonati quasi unicamente con acquisti supportati da quelle idee tanto care al Presidente Setti. Cosa chiedere di più?

Michele Coratto

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

LASCIA UN COMMENTO

*