La vittoria del Pazzo, 4 a 0 al Cittadella

La 18^ giornata del campionato di Serie B vede scendere in campo nel Derby Veneto l’Hellas Verona contro il Cittadella.

La nebbia copre Verona ma non in maniera da impedire lo svolgimento del match, almeno all’inizio dei novanta minuti.

Per Grosso non una partita facile, già nella conferenza stampa pre gara ha voluto mettere in guardia tutto l’ambiente relativamente alle insidie che può nascondere il match contro un Cittadella che occupa la stessa posizione in classifica dei gialloblù. A questo sono da aggiungere le numerose assenze di giocatori; viene così dato spazio a Bianchetti in difesa che torna a giocare dal primo minuto in campionato (era entrato nel match di Livorno in sostituzione di Marrone), Colombatto ritorna titolare dopo l’infortunio subentrando ad Andrea Danzi, ma la notizia è il ritorno in campo del capitano Giampaolo Pazzini, escluso ormai da qualche partita, chiamato a sostituire un acciaccato Di Carmine.

Sono gli ospiti a partire bene e bastano loro solo tre minuti per creare la prima ghiotta occasione con Panico che estrae dal cappello una bella rovesciata che si stampa sulla traversa, pericolo per il Verona.Il Verona non parte certo bene ma riesce a passare in vantaggio al minuto 10: corner battuto dalla destra da Colombatto, la tocca Gustafson e Pazzini insacca la rete dell’1 a 0.

La verve del Cittadella cala decisamente e ora sono gli Scaligeri in controllo del match. Particolarmente ispirata pare la fascia sinistra con una buona sinergia tra Balkovec, Zaccagni e Lee. Attorno alla mezz’ora il Cittadella si rende molto pericoloso con due ottimi cross dalle fasce che fortunatamente non trovano nessuno in area che riesca a svettare. Ma al 31esimo il Verona allunga ancora: bellissima azione sulla sinistra di Lee, in difensore respinge, Colombatto calcio dal limite e Pazzini insacca la rete del 2 a 0. Doppietta per Pazzini! Nel finale bella azione di Lee che ne salta un paio, si porta al limite dell’area lasciando partire un missile terra aria che esce di poco dallo specchio della porta difesa da Paleari.

Inizia la ripresa e chiaramente gli ospiti cercano in tutti i modi di provare a recuperare la contesa; ne esce una specie di assedio alla metà campo scaligera che dura più di qualche minuto. L’impressione è che i nostri ora fatichino ad alzare la testa provando ad uscire dall’area.

Primo cambio per mister Grosso ed esordio tra i professionisti per Marash Kumbulla classe 2000 che al 28esimo minuto subentra a Seung-Woo Lee autore di una buona partita. Gli ospiti sono veramente pericolosi, e al 31esimo Silvestri compie un miracolo su un tiro ravvicinato di Ghiringhelli. 5 minuti più tardi entra Henderson al posto di Colombatto. Ma al 36 il Direttore di gara concede un calcio di rigore all’Hellas per fallo in area su Matos. Si incarica della battuta capitan Pazzini che insacca la rete del 3 a 0.

Nel finale Grosso concede gli onori a Pazzini sostituendolo, al suo posto entra Tupta, e proprio il neo entrato mette a segno la rete del 4 a 0 al 44esimo, e il suo primo gol tra i professionisti.

Buona partita dell’Hellas Verona che ha saputo gestire al meglio le varie situazioni di gioco. Nota di merito al capitano Giampaolo Pazzini che ha risposto presente con una tripletta alla chiamata.

FORMAZIONI UFFICIALI

HELLAS VERONA: Silvestri, Almici, Caracciolo, Bianchetti, Balkovec, Zaccagni, Colombatto, Gustafson, Matos, Pazzini, Lee (28 2t Kumbulla). Allenatore: Grosso.

CITTADELLA: Paleari, Adorni, Schenetti, Strizzolo (17 2t Finotto), Camigliano, Panico, Pasa, Branca, Ghiringhelli (34 2t Bussaglia), Maniero (23 2t Malcore), Cancellotti. Allenatore: Venturato

Arbitro: Juan Luca Sacchi (sez. AIA Macerata)

Assistenti: Christian Rossi (sez. AIA di La Spezia) e Marco Scatragli (sez. AIA di Arezzo)

LASCIA UN COMMENTO

*