L’addio di Juanito Gomez

Dopo oltre 200 presenze e 46 gol ufficiali in maglia gialloblù, Juanito Gomez saluta l’Hellas Verona. 

L’attaccante argentino ha il contratto in scadenza a giugno 2018 e la società ha preferito lasciarlo partire con un anno di anticipo. 

La Cremonese, neopromossa in B, è pronta ad accoglierlo e Gomez, di fronte alla chiamata del suo grande estimatore Gigi Simoni, non ha saputo resistere. Simoni è stato il primo a credere in lui a Gubbio e insieme hanno vissuto due stagioni fantastiche. Simoni è poi passato alla Cremonese dove fino all’anno scorso è stato addirittura presidente. Adesso collabora in società e ha convinto Juanito a ritornare in Serie B. 

Se ne va così l’ultimo pupillo di Mandorlini, uno che ha fatto la storia del Verona, un attaccante che ha raggiunto il nono posto nella classifica dei cannonieri gialloblù a pari merito di un mito come Mascetti e a sole due reti dall’ottavo posto della leggenda Elkjaer.

Ma se ne va anche un giocatore che a Verona aveva finito il suo ciclo e che l’anno scorso ha dato pochissimo alla causa scaligera.

Damiano Conati

CONDIVIDI
Federico Messini
Federico Messini nasce a Villafranca di Verona il 15/05/1990. Studente in lettere moderne presso l'Università degli studi di Trento. Scrittore e cantautore ha all'attivo due pubblicazioni : "Il gioco degli spiccioli" uscito nel 2013 e "Il doppiatore" uscito nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

*